Riconoscimenti dei Salesiani consegnati a Palazzo Caracciolo

1379

Premiati dall’Istituto Salesiano Sacro Cuore – Vomero “per il prezioso contributo professionale e per la valenza dell’incarico ricoperto”, il professore Marco Capobianco, il direttore del Palazzo Caracciolo, Armando Salvemini, il responsabile commerciale Marco Zuppetta, la responsabile del settore amministrativo, Valentina Sorino ed il giornalista Giuseppe Giorgio.

E’ grazie al riuscito ed apprezzato evento intitolato “L’oro a tavola- La pasta e le eccellenze tra benessere e tradizione” che la collaborazione tra l’Istituto Salesiano “Sacro Cuore” Napoli – Vomero e “Palazzo Caracciolo” in via Carbonara, ha sancito il successo finale del progetto “Politiche di marketing e finanza nel settore turistico” previsto dalla nuova normativa della legge 107 del 2015 sull’ alternanza scuola lavoro. Tant’è che, dopo una lunga attività formativa che ha visto un gruppo di ragazzi dell’istituto religioso in sinergia con la lungimirante struttura alberghiera creare un sito web dedicato al marketing e sviluppare tematiche relative al settore turistico in varie lingue, ai docenti ed ai responsabili del progetto è stato attribuito un prestigioso riconoscimento. Una lusinghiera attestazione voluta dallo stesso Istituto “ Salesiani- Sacro Cuore” – Napoli, rappresentato dal direttore e professore, Don Angelo Santorsola e dal Preside Don Pasquale D’Angelo, capace di premiare al meglio l’importanza del lavoro svolto. A ricevere le ambite targhe “per il prezioso contributo professionale e per la valenza dell’incarico ricoperto”, sono stati i protagonisti del progetto: il professore Marco Capobianco, il direttore del Palazzo Caracciolo, Armando Salvemini, il responsabile commerciale Marco Zuppetta, la responsabile del settore amministrativo, Valentina Sorino ed il giornalista Giuseppe Giorgio che ha curato tutti gli aspetti relativi alla comunicazione verbale ed alle relazioni con il mondo esterno. Con l’obiettivo di trasmettere al gruppo di lavoro le competenze del mondo imprenditoriale attraverso lo studio delle problematiche d’impresa, il progetto ha fornito ai ragazzi, grazie all’impegno dei loro preparatori e tutor, anche l’acquisizione di competenze nell’area amministrativa, fiscale e del lavoro.