30-11-20 | 11:15

Covid 19, difficoltà per le palestre in Campania: molti gestori stanno già chiudendo

Home Attualità Covid 19, difficoltà per le palestre in Campania: molti gestori stanno già...
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Covid 19 in Campania: situazione sempre più difficile per le palestre (il cui destino è stato lasciato “in sospeso” dall’ultimo DPCM). Petizione online del movimento “Salva Palestre” contro la chiusura.

L’ultimo DPCM del premier Giuseppe Conte, pubblicato lo scorso 18 ottobre, ha lasciato in sospeso il destino delle palestre. Secondo l’ultimo provvedimento, tali strutture hanno sette giorni di tempo (quindi fino a domenica 25 ottobre) per adeguarsi ai protocolli di sicurezza, altrimenti scatta la chiusura.

Intanto, in Campania è fuga dalle palestre, visto che i clienti hanno paura del contagio della seconda ondata da Covid 19, per cui molti gestori stanno già chiudendo.Covid 19, difficoltà per le palestre in Campania: molti gestori stanno già chiudendo Come riporta “Il Mattino”, a Caserta il rischio di una chiusura imminente e la paura dei contagi ha portato al calo delle iscrizioni e al fatto che la maggior parte degli utenti ha preferito non rinnovare l’abbonamento (proprio nei mesi post-estivi, periodo che di solito è di maggiore affluenza). Non bastano dunque i controlli sul corretto utilizzo delle mascherine, distanziamento sociale e igienizzazione costante degli attrezzi.

Anche a Napoli sta succedendo la stessa cosa. Già a settembre molte palestre hanno subito un calo delle iscrizioni, per cui c’è stato un crollo nel rinnovo degli abbonamenti e oggi anche i pochi appassionati non vanno in palestra: le strutture non riescono dunque a fronteggiare le spese (anche perché non sono stati organizzati i vari corsi nelle sale).

Ma è chiaramente un discorso da allargare su scala nazionale, con tante forme di protesta contro la possibile chiusura, tra cui quella del movimento Salva Palestre, che ha lanciato una petizione su Change.org indirizzata al premier Conte, oltre che a Vincenzo Spadafora (ministro per lo Sport) e Roberto Speranza (ministro della Salute).Covid 19, difficoltà per le palestre in Campania: molti gestori stanno già chiudendo Inequivocabile l’obiettivo della petizione (che in pochi giorni ha già raccolto più 62mila di firme): “Non sono le palestre, le piscine e le scuole di danza i luoghi in cui si rischia il contagio del covid-19. I protocolli imposti con il DPCM del 17 maggio 2020 garantiscono i requisiti di prevenzione e tutela. Noi ci rifiutiamo di serrare ancora una volta le saracinesche delle nostre strutture poiché considerate luoghi a rischio!

C’è il lavoro di milioni di persone dietro quelle saracinesche! Abbiamo già subìto un danno notevole e, nonostante i bonus ai collaboratori ed il sostegno alle palestre, con la riapertura le difficoltà a portare il pane sulla tavola per i nostri figli sono tante, enormi, troppe. Chiudere ancora una volta sarebbe un terremoto devastatore dal quale solo pochi riusciranno a sopravvivere”.

- Advertisement -

Ultime Notizie

D10S per sempre: de Magistris annuncia lo “Stadio Diego Armando Maradona”

L’omaggio più bello a Diego Armando Maradona: il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha ufficializzato quella che a breve sarà la nuova denominazione...

Torre Annunziata e Terzigno: chiusi due bar ed una denuncia per esplosione di fuochi d’artificio

Torre Annunziata e Terzigno: i Carabinieri chiudono due bar e denunciano un 27enne per esplosione di fuochi d'artificio (oltre ad elevare nove multe per...

Corso Umberto: scippa la borsa ad una donna, arrestato

I poliziotti, mentre raggiungevano il posto,  hanno visto in via Marvasi una donna che stava rincorrendo un giovane e, dopo averlo inseguito, lo hanno...

Un poker con la maglia di Diego: il Calcio Napoli annienta la Roma 4-0

Insigne realizza il primo gol su punizione, Fabian Ruiz, nella ripresa raddoppia. Poi Mertens e Politano chiudono una partita dominata dagli azzurri Il posticipo serale...

 Napoli: festa abusiva in hotel al corso Umberto. Multe per 19 persone

Nell’area comune della struttura, adibita a discoteca, vi erano diversi giovani intenti a ballare, tutti assembrati e privi della mascherina. Ieri sera gli agenti del...