venerdì, Agosto 12, 2022

2018 Anno del Cibo Italiano, il MIBACT lancia un photo contest culinario

- Advertisement -

Notizie più lette

Renato Aiello
Renato Aiello
Giornalista. Ha partecipato negli ultimi anni a giurie di festival cinematografici (come il SocialWorld Film Festival di Vico Equense), concorsi fotografici e mostre collettive. Recensioni film, serie TV, teatro, eventi, attualità.

Nell’anno del cibo italiano, il MIBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, lancia a Napoli e non solo un concorso fotografico ad hoc, per non dire solo Doc, denominazione di origine controllata. Fine ultimo quello di catalogare l’immenso patrimonio e la tradizione enogastronomica che abbiamo.

NAPOLI – Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, insieme al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, incorona il 2018 Anno del Cibo Italiano con una campagna social tutta centrata sulle opere d’arte a tema alimentare e gastronomico. L’invito rivolto alla rete è quello di visitare musei, i parchi archeologici, i siti e i luoghi della cultura italiani per cercare, fotografare e condividere il tema del mese con l’hashtag ufficiale #annodelciboitaliano.

Sull’onda di questa iniziativa il settore demo-etno-antropologico della Soprintendenza ABAP del Comune di Napoli ha lanciato sul suo sito istituzionale anche un bando sul cibo della tradizione napoletana. Lo scopo di questa chiamata alle arti e allo scatto fotografico è tutelare, attraverso le immagini, beni di cui non viene sempre riconosciuta la valenza culturale, ma che sono determinanti per documentare, e quindi trasmettere al futuro, un patrimonio in continua trasformazione.

In particolare il bando si riferisce alle eccellenze enogastronomiche e prodotti DOP, IGP e DOC: dalla sfogliatella alla pizza, dal babà al bignè, dalle fritture agli spaghetti, dalla pasta di ogni forma e accompagnata dal sugo ai secondi e contorni di verdura, fino alla frutta, alle zeppole di San Giuseppe, dolce principe del mese di marzo e non solo, data la sua permanenza in bancone tutto l’anno per i turisti, come la pastiera d’altronde.

In questa sfida fra piatti d’autore e della tradizione e opere d’arte dall’altra, la condivisione delle foto diventerà un reportage collettivo che, attraverso il cibo, racconterà anche la storia della nostra società, l’evoluzione del gusto e della nostra civiltà invidiata e ammirata in tutto il mondo.

La photo call è attiva fino al 31 maggio 2018 e si potrà partecipare inviando le foto di alimenti e piatti della gastronomia campana via mail – in formato jpeg, ovviamente – all’indirizzo demoetnonapoli@gmail.com, specificando il nome dell’autore o il nickname su Instagram.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie