Droga nel rione Sanità, arrestati tre spacciatori del clan Vastarella

281
Cronaca di Napoli, clandestino scappa sui tetti e lancia sassi alla Polizia

Gli spacciatori del clan Vastarella sono finiti in manette nell’ambito di una indagine che già il 3 marzo 2018 aveva portato a provvedimenti restrittivi per 18 tra promotori e affiliati al gruppo criminale attivo nel rione Sanità

Ancora arresti nell’ambito dell’indagine su piazze di spaccio nel centro storico di Napoli legata al clan Vastarella. La polizia ha eseguito una misura di custodia cautelare emessa dal gip nei confronti di Salvatore Capocelli, 45 anni, Mike Korkoi, 28 anni, e Raffaele Stella, 56 anni. Affiliati alla cosca, ritenuti responsabili, insieme ai boss Patrizio e Antonio Vastarella, gia’ colpiti da precedente ordinanza, di associazione per delinquere finalizzata alla detenzione e alla cessione di sostanza stupefacente, con l’aggravante di aver commesso il fatto per agevolare il clan e con metodi mafiosi.

L’indagine gia’ il 3 marzo 2018 aveva portato a provvedimenti restrittivi per 18 tra promotori e affiliati al gruppo che aveva imposto la propria leadership nel quartiere Sanita’, sia allontanando dal quartiere affiliati o persone contigue alle organizzazioni criminali rivali sia con raid armati. I tre indagati di recente sono stati condannati con giudizio abbreviato per la loro affiliazione ai Vastarella.

Le intercettazioni e il supporto dei pentiti

Intercettazioni ambientali e telefoniche e collaboratori di giustizia hanno consentito mettere in luce che Stella aveva il compito di rifornire le piazze di spaccio mentre Capocelli e Korckoi erano addetti alla vendita di hashish e cocaina in quelle direttamente gestite dal clan nel quartiere Sanita’.