Assenteismo, condannati 40 dipendenti comunali di Acerra

742

Quaranta dipendenti del Comune di Acerra condannati per assenteismo, con pena massima a piu’ di 10 anni, ma tutti potranno usufruire della sospensiva.

Si e’ concluso con una sentenza di 40 condanne e 20 assoluzioni il processo nei confronti di alcuni dipendenti del Comune di Acerra. Le accuse sono state quelle di false attestazioni e certificazioni in concorso. La pena massima e’ stata di 10 anni e 15 giorni. Con multe tra i 400 e gli 800 euro.

Assenteismo, condannati 40 dipendenti comunali di AcerraMa, secondo la decisione emessa dal giudice monocratico del tribunale di Nola, Anna Imparato, tutti potranno beneficiare della sospensiva. Pur essendo obbligati a pagare le spese processuali e a risarcire il danno all’Ente stesso. Il Comune di Acerra si era infatti costituito parte civile. A queste si aggiunge il pagamento di una provvisionale di 5 mila euro e la restituzione delle spese sostenute dal Comune quantificabili in poco piu’ di 3 mila euro. Per quattro imputati e’ stata concessa sospensione a patto che lavorino per 10 giorni gratis per sei ore settimanali.

Il processo e’ la conclusione di un blitz effettuato nel giugno del 2013 dalla Polizia di Acerra negli uffici del Municipio. L’ausilio delle telecamere di videosorveglianza permise di scoprire come alcuni colleghi, dopo aver ricevuto il cartellino fuori il Comune, lo timbrassero per gli assenteisti nell’apposita macchinetta. I 40 condannati hanno gia’ preannunciato di voler presentare ricorso in appello. La squadra di avvocati difensori e’ composta da Giovanni Bianco, Ciro Bianco, Domenico Buonincontro, Teresa di Nuzzo, Giovanni Carlo Esposito, Giuseppe Forni, Carmine Malinconico ed Elisabetta Montano.