Serie A, miracolo al San Paolo. Incredibile finale Napoli-Chievo

509
Serie A, miracolo al San Paolo. Incredibile finale Napoli-Chievo

Serie A: Milik e Diawara salvano un Calcio Napoli inconcludente. Finale incredibile che salva partita e il sogno scudetto.

Trentunesima giornata di Serie A e il calcio è bello per questo: per l’imprevedibilità, per l’incredibilità delle situazioni e per la fortuna che quando sembra girarti le spalle per 90 minuti, si ricorda di te e prima ti fa pareggiare e poi vincere.

Oltre 50.000 spettatori al San Paolo per continuare a sognare uno scudetto che la Juventus non sembra voler mollare.

Sarri deve fare a meno di Albiol e Jorginho. Al loro posto Tonelli e Diawara.

Serie A, miracolo al San Paolo. Incredibile finale Napoli-Chievo

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Tonelli, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Maggio, Chiriches, Milic, Rog, Zielinski, Machach, Ounas, Milik. All. Sarri

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Tomovic, Bani, Gobbi; Rigoni, Radovanovic, Bastien; Giaccherini; Meggiorini, Inglese. A disposizione: Seculin, Confente, Dainelli, Gamberini, Cesar, Hetemaj, Pellissier, Pucciarelli, Stepinski. All. Maran

Il Chievo, quest’anno ha già fermato il Calcio Napoli due volte: una volta in amichevole in precampionato ed una volta in campionato 0-0 a Verona. Il modulo ed il sistema prevedono sempre le stesse cose: tutti negli ultimi 20 metri, attenzione massima non tanto sul portatore di palla ma soprattutto sulle linee dei passaggi.

Serie A, miracolo al San Paolo. Incredibile finale Napoli-Chievo

Il Calcio Napoli trova molte difficoltà. Soprattutto nel primo tempo il 72% di possesso palla porta solo un tiro in porta, piuttosto lento e prevedibile di Insigne. Solo Callejon ha una limpida occasione da rete: lanciato da Insigne, calcia il pallone altissimo sulla porta di Sorrentino.

È il portiere del Chievo a diventare assoluto protagonista nei secondi 45 minuti. Sorrentino, con la sua eperienza e reattività riesce a fermare tutte le iniziative azzurre.

https://youtu.be/1pn-gmwy-Jk

Al 48’ c’è l’episodio che potrebbe decidere la partita: Mertens viene atterrato in area da De Paoli già ammonito. L’arbitro concede il rigore ma non ammonisce il difensore clivense. Dal dischetto Mertens sbaglia calciando a mezza altezza dove Sorrentino si supera con una ottima parata.

È solo Calcio Napoli! La squadra di Sarri è padrone del campo ma non riesce a realizzare. Insigne riesce bene a trovare i compagni con ottimi assist ma è troppo debole in fase conclusiva.

Sarri al 63’ gioca la carta Milik. Il polacco può essere l’arma per scardinare la difesa avversaria.

Al 73’ clamoroso errore tra Koulibaly e Tonelli; la palla arriva a Giaccherini che serve il neoentrato Stepinsky. Bel dribbling stretto ed al primo tiro in porta il chievo passa in vantaggio.

Sarri fa entrare anche Zielinsky. Ora il centrocampo è formato da Diawara e appunto zielinsky: fuori Allan ed Hamsik. Il forsing cresce ma Sorrentino sembra insuperabile. Dagli spalti si sentono anche cori per De Laurentiis e qualche mugugno per Insigne.

Ma quando la partita sembra finita e soprattutto quando la dea bendata sembra aver girato la testa dall’altra parte, ecco al 89’ un lancio millimetrico di Insigne per Milik. Il polacco colpisce di testa con una traiettoria che incrocia il palo opposto e si insacca. Il ritorno al gol di Milik sembra conicidere però con un pareggio che significherebbe anche la fine dei sogni tricolore.

Serie A, miracolo al San Paolo. Incredibile finale Napoli-Chievo

Ma il calcio è strano, come già detto. All’ultimo respiro, all’ultimo tiro. Calcio d’angolo per il Calcio Napoli al 93’. La palla arriva a Diawara. Il ragazzo che quasi mai è stato titolare dall’inizio e che non aveva mia segnato gol in serie A, effettua un tiro a giro nella difesa stracolma. Il pallone gira, sembra sparire tra i battiti del cuore dei tifosi ma invece è lì, viaggia verso il paolo più lontano e si infila in porta.

Il destino è cambiato, il Calcio Napoli ha vinto, i tifosi sono scatenati… ed è giusto così, per il cuore e per il coraggio. Milik, alla fine, il migliore in campo: i suoi centimetri sono stati ancora decisivi.

Il Calcio Napoli continua a sognare ma appaiono chiare le difficoltà di questo momento in cui soprattutto l’attacco non riesce a finalizzare la solita enorme mole di gioco della squadra di Sarri. Si continua, punto a punto. Non è finita…

Queste le parole di Milik alla fine dell’incontro:  “Sono molto felice. Ho passato sei brutti mesi con l’infortunio, ora sono pronto per giocare e sono contento per questa vittoria. Dopo il mio gol ci abbiamo creduto di più. Era veramente una partita dura. All’inizio non abbiamo creato tantissime occasioni, poi nella ripresa sì. Abbiamo fatto di tutto per vincere, siamo felici e adesso guardiamo alle prossime partite. I tifosi sono sempre con noi, questa è una cosa buonissima. Ora pensiamo ad allenarci duro per le prossime partite. Gol? Lo dedico alla mia ragazza, che è stata sempre con me in questi momenti duri dell’ultimo anno”.

Domenica prossima la 32° giornata di campionato di Serie A con Napoli-Milan mentre la Juventus affronterà la Sampdoria in casa.