Valeria Ciarambino: “Alleanza con De Magistris? Sarebbe come allearci con De Luca”

236
Valeria Ciarambino: “Alleanza con De Magistris? Sarebbe come allearci con De Luca

Valeria Ciarambino: la consigliera regionale del M5S è intervenuta a Radio CRC, smentendo possibili alleanze col sindaco di Napoli per le Regionali 2020.

Se il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, è in fase di riflessione (non chiudendo a possibili alleanze col M5S per le Regionali 2020), di parere opposto è la consigliera regionale pentastellata, Valeria Ciarambino.Valeria Ciarambino: “Alleanza con De Magistris? Sarebbe come allearci con De Luca" In diretta a “Barba&Capelli”, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, Ciarambino ha risposto in maniera netta su tale possibilità: “Che probabilità ci sono di allearsi con De Magistris alle Regionali? Le stesse che ci sono di allearci con De Luca”.

Altra questione calda è quella dei trasporti regionali: “Vista l’incapacità del nostro Governatore di Regione nel gestire i trasporti campani, che ceda la gestione allo Stato -attacca Ciarambino- Abbiamo avuto deragliamenti di treni, quindi rischi anche per i cittadini: è una situazione allo sfacelo. Ho chiesto al Presidente De Gregorio di venire in Commissione, così da spiegarci come sta sfruttando i soldi ricevuti, ma nonostante ciò, calpestando ogni figura istituzionale, per ben due volte non si è presentato”.Valeria Ciarambino: “Alleanza con De Magistris? Sarebbe come allearci con De Luca" Sul tema sanità, per Ciarambino “non esiste una rete d’emergenza per mamme-neonati in Campania. De Luca che, entro il 24 Dicembre, doveva attivare 4 ambulanze neonatali, ha completamente ignorato Salerno. L’unico miracolo è che non muoiano bambini ogni giorno, nonostante l’incompetenza di De Luca. Le responsabilità organizzative le trovasse in sé stesso. Come è possibile che al Ruggi di Salerno non ci siano le attrezzature adatte per un soccorso ad una bambina di due mesi? Nel piano dell’edilizia sanitaria non c’è un euro per costruire il polo materno infantile, nonostante in Campania abbiamo la mortalità più alta in merito”.

Una battaglia portata avanti dai consiglieri regionali pentastellati è infine quella per l’assunzione dei vincitori campani del concorso per Navigator, per ora bloccata: “Esprimo tutta la mia solidarietà ai navigator, che andranno a svolgere un’attività che in Italia ancora non esiste. Andiamo a raddoppiare il personale dei centri dell’impiego, finanziati dal Ministero del Lavoro, senza togliere nemmeno un euro alla Regione Campania. Spero -ha concluso Ciarambino- che questa questione si sblocchi, perché è assurdo che la Campania, la regione con il numero più alto di disoccupazione, debba rinunciare a questo servizio“.