sabato, Luglio 20, 2024

Natale a Napoli: via libera all’installazione delle luminarie in città, ma è scontro sui tempi

- Advertisement -

Notizie più lette

Francesco Monaco
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Il Consiglio comunale di Napoli ha approvato la delibera per l’utilizzo dei fondi per la realizzazione dell’evento “Natale a Napoli 2023″ e consentire l’installazione delle luminarie in città per le festività natalizie, a una settimana dalle festività.

Verificato in 26 presenti il numero legale, chiesto dal consigliere Salvatore Guangi, l’Aula, presieduta da Enza Amato, ha iniziato l’esame delle delibere all’ordine dei lavori. Approvata alla unanimità la delibera n. 390 , di proposta al Consiglio, relativa al riconoscimento e il finanziamento del debito fuori bilancio inerente i procedimenti del Servizio Coordinamento e Gestione Tecnica del Patrimonio e per la successiva compensazione transattiva tra le partite debitorie e creditorie del Comune, proposta dall’assessore Pier Paolo Baretta.

Il Consiglio ha poi esaminato la delibera 412 di variazione di bilancio per circa 2 milioni e 300 mila euro da destinare ad alcuni interventi e attività di competenza del servizio Grande Progetto Unesco tra cui il completamento di San Paolo Maggiore, il recupero di alcune strade del centro storico Unesco e l’evento Unesco della Naples Conference che si è svolto a Napoli a fine novembre, illustrata dall’assessora Lieto.

Nel dibattito la consigliera Iris Savastano (Forza Italia) ha chiesto se effettivamente questi interventi consentiranno di porre fine ai cantieri dei lavori nel centro storico Unesco e chiesto perché i lavori non vengono coperti interamente da fondi Unesco ma integrati da fondi comunali, Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) ha chiesto soluzioni per la basilica di San Lorenzo Maggiore ancora ingabbiata dai ponteggi dopo 10 anni, il presidente della commissione Urbanistica Massimo Pepe ha ricordato che il gruppo di Forza Italia ha votato la delibera 412 in commissione. La delibera è stata approvata a maggioranza con l’astensione del consigliere Lange e il voto contrario dei gruppi di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Maresca.

Approvate anche le delibere di variazione di bilancio relative alle indennità di missione e trasferte dei dipendenti della cabina di regia del Comune, per il finanziamento di deficit manutentivi del trasporto pubblico, per adeguare gli stanziamenti di entrata e di spesa per assicurare l’erogazione del servizio di refezione scolastica nelle scuole statali e comunali cittadine e per l’utilizzo dei Fondi SIEI, per un ammontare pari a 1.293.071 euro, per garantire la prosecuzione delle attività e sistema educativo comunale 0-6 anni. Sempre come variazione di Bilancio sono stati approvati gli interventi da realizzare nell’ambito del Pon Metro, per una cifra di circa 52 mila euro, in particolare per la creazione di una piattaforma informatica a disposizione del servizio di pianificazione urbanistica,

Approvata a maggioranza la delibera 407, di variazione al Bilancio di previsione 2023/2025, per l’utilizzo dei fondi stanziati dalla Città Metropolitana di Napoli per l’attuazione del protocollo d’Intesa per la realizzazione dell’evento “Natale a Napoli 2023″, e consentire l’installazione delle luminarie in città per le festività natalizie.

Iris Savastano (Forza Italia), nel ribadire il ritardo dell’iniziativa, che forse ora non ha più senso e che merita una programmazione diversa per il futuro, ha chiesto di individuare in maniera netta di chi sono le responsabilità gestionali, tenuto conto che ad oggi la città non è ancora illuminata. Nella replica l’assessora Armato ha ripercorso l’iter burocratico delle precedenti edizioni del Natale a Napoli, chiarendo i ritardi accumulati e le difficoltà nelle quali si è trovata a operare; ha ringraziato i commercianti che, da lei sollecitati, si sono attivati per illuminare alcune strade e ha annunciato che per l’anno prossimo si cercherà di fare meglio e che i fondi non sono utilizzabili per altri fini.

Toti Lange (Misto) ha evidenziato che gli interrogativi sui ritardi delle procedure devono essere legittimi se in altre città analoghe a Napoli si riesce a fare tutto in tempo nonostante le farraginosità delle procedure di gara. L’auspicio è che si possano trovare soluzioni amministrative che ci mettano allo stesso livello delle altre città italiane ed europee. Salvatore Guangi (Forza Italia), pur riconoscendo la stima sul grande lavoro svolto dall’assessora Armato, ha ribadito la necessità che i dirigenti si assumano la propria responsabilità su questa procedura. Massimo Cilenti (Napoli Libera) ha auspicato che si possano anche immaginare futuri modelli di gestione per queste iniziative, aprendosi ai privati e alle sponsorizzazioni. Nino Simeone (Misto) ha chiesto chiarimenti sui criteri utilizzati nella scelta delle strade da illuminare e rimuovere i dirigenti responsabili di valutazioni che risultano incomprensibili, come ad esempio quella di lasciare al vuoi strade nevralgiche per il commercio.

Dall’Aula emerge un sentimento unanime di sconforto per la vicenda delle luminarie, ha ribadito Giorgio Longobardi ( Forza Italia) che ha chiesto per il futuro l’approvazione di un piano di riserva da adottare se si dovessero verificare problemi. Dopo la dichiarazione favorevole di Fulvio Fucito (Manfredi Sindaco) l’Aula ha votato la delibera per appello nominale con 21 voti favorevoli, 1 voto contrario e 2 astenuti.

L’assessore Luca Fella Trapanese ha spiegato i contenuti della delibera 384 sull’approvazione di modifiche al regolamento del centro di prima accoglienza per persone senza dimora approvato dal Consiglio comunale nel 2008. Il centro, ha spiegato Trapanese, accoglie circa 100 persone al giorno su una platea di senza fissa dimora che conta circa 6000 persone. Le modifiche, che sono state elaborate insieme ai soggetti del terzo settore che si occupano della gestione del centro, prevedono il superamento della logica assistenziale a favore di una presa in carico dell’utente volta al miglioramento della sua condizione di vita. Il presidente della commissione Politiche sociali Massimo Cilenti ha annunciato il proprio voto favorevole, mentre Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) ha chiesto il motivo per cui il regolamento non disciplina l’accoglienza di persone senza fissa dimora accompagnate da animali domestici e Sergio D’Angelo (Napoli Solidale Europa Verde Difendi la Città) ha evidenziato la sproporzione tra il numero complessivo di senza fissa dimora in città e la ricettività del centro di prima accoglienza, proponendo che la proposta del consigliere Esposito possa diventare oggetto di un ordine del giorno.

Iris Savastano (Forza Italia) ha proposto di aumentare il numero delle persone impegnate nella gestione e vigilanza notturna del luogo. Dopo che l’assessore Trapanese ha chiarito che con il nuovo bando per la gestione sarà inserito un protocollo specifico per l’accoglienza di persone accompagnate da animali e che il tema di una migliore gestione dei senza fissa dimora è al centro dell’attenzione dell’Amministrazione, anche se non rientra in questo regolamento, la delibera 384 è stata approvata all’unanimità.

L’assessora Teresa Armato ha illustrato la deliberazione n. 427 che consente l’istituzione di un nuovo capitolo di spesa per accogliere fondi regionali per la realizzazione di iniziative di promozione turistica in tutte le Municipalità, attraverso la manifestazione intitolata ‘Rivelazioni’. Voto favorevole alla delibera annunciato dal consigliere Salvatore Guangi, che ha chiesto che simili iniziative si ripetano più volte nell’anno. La deliberà è stata approvata alla unanimità.

Approvate a maggioranza le variazioni al Bilancio per ricostituire il fondo a sostegno dei progetti di accoglienza delle donne vittime di violenza nel bene di proprietà comunale ‘Casa Fiorinda’ e per acquisire i finanziamenti nell’ambito del Pon Metro 2014 2020 a favore di diversi progetti.

La deliberazione n. 420 relativa al progetto ‘Infiniti Mondi-Napoli Innovation City Casa delle Tecnologie Emergenti’ del Comune di Napoli è stata illustrata dall’assessora Teresa Armato e approvata a maggioranza, con l’astensione del gruppo Forza Italia.

All’unanimità è state approvate le delibere per acquisire finanziamenti nell’ambito del Pon Metro a favore di interventi di riqualificazione urbana, sostenibilità ambientale e sostegno all’abitare e per l’istituzione di un nuovo capitolo di entrata e di spesa finanziato dalla Regione Campania con fondi Poc per circa 400 mila euro. A maggioranza con l’astensione del gruppo di Forza Italia è stata approvata la delibera 440 sulle variazioni di bilancio per la gestione delle gare telematiche con utilizzo software, per il supporto alla gestione della bolletta energetica di competenza del servizio Acquisti Gare e Forniture e area Cuag e per implementare la piattaforma telematica appalti e contratti.

Antonio De Iesu ha illustrato la deliberazione n. 442 per la realizzazione di un sistema di videosorveglianza nei quartieri Pianura e Ponticelli nel Comune di Napoli, finanziato con POC Legalità 2014-2020. Voto favorevole annunciato dalla consigliera Iris Savastano (Forza Italia) che ha auspicato iniziative simili anche in altri territori. Voto favorevole anche per Fulvio Fucito (Manfredi Sindaco) che ha ribadito l’importanza del lavoro svolto dall’assessorato per garantire la sicurezza in tutta la città. Il documento è stato approvato alla unanimità.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie