Leonardo-Finmeccanica e Fincantieri, Profumo: accordo solo se separano Difesa e Crociera

770
Profumo: Leonardo-Finmeccanica e Fincantieri solo se separano Difesa e crociera

Leornardo-Fincantieri, Alessandro Profumo  dichiara al Financial Times: “Se Fincantieri separasse il settore crociera dalla Difesa avrebbe senso mettere insieme le rispettive attività di Difesa”. 

Profumo: Leonardo-Finmeccanica e Fincantieri solo se separano Difesa e crociera

Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo, parla al Financial Times della possibile fusione tra Leonardo-Finmeccanica e Fincantieri. Le ipotesi di tale fusione sono fuori luogo, dice l’a.d., ma “se Fincantieri separasse il settore crociera dalla Difesa avrebbe senso mettere insieme le rispettive attività di Difesa”.

“Non penso che vogliano vendere il business delle navi da crociera” continua Profumo. Inoltre pare che il Piano Industriale iniziato lo scorso anno dovrebbe “riportare Leonardo alla crescita sostenibile a lungo termine”, con una redditività a due cifre.

Alessandro Profumo parla di futuro, sia in rapporto alla Brexit sia per quanto riguarda il futuro della Difesa italiana.

Profumo: Leonardo-Finmeccanica e Fincantieri solo se separano Difesa e crociera

Alessandro Profumo continua parlando del futuro, fissandosi prima sull’imminente Brexit. “l’Europa sarà più debole senza una connessione molto forte con la Difesa nel Regno Unito, e il Regno Unito sarà più debole”, dice al Financial Times, preoccupandosi più degli effetti a lungo termine di quelli nel medio.

Per quanto riguarda la Difesa italiana spiega che “Il sistema di Difesa di oggi è ancora molto frammentato e non è il modo migliore per spendere i nostri soldi come contribuenti”. Questo perchè “più sistemi di Difesa abbiamo, più costi abbiamo. Perdere il Regno Unito come partecipante a questi programmi sarebbe una perdita per tutti”.

Gianni Dragoni del Sole 24 Ore ha scritto oggi il suo commento alle parole di Profumo: “Il messaggio di Profumo è chiaro: nella difesa Leonardo è molto più grande di Fincantieri e dunque, in caso di fusione, non potrebbe venire sottomessa. Per un confronto ecco i dati Sipri sulle vendite di armi nel 2017: 8,86 miliardi di dollari Leonardo (nona nel mondo), 1,66 miliardi Fincantieri (58ma)”.

L’analisi del sito Proiezioni di Borsa sulle azioni Leonardo-Finmeccanica

Il sito Proiezioni di Borsa riporta le indicazioni di alcuni analisti in merito all’acquisto delle azioni di principali società a Piazza Affari tra queste spicca Leonardo-finmeccanica.

Leonardo-Finmeccanica (LDO.IT) ha chiuso in rialzo la seduta del 5 febbraio. Il titolo nel corso degli ultimi cinque anni ha mostrato una debolezza molto forte. Ma da diversi mesi, gli analisti stanno rivedendo le loro stime EPS approssimativamente verso l’alto.

Quali possono essere i punti di debolezza di Leonardo-Finmeccanica?

Le stime di vendita delle azioni variano da un analista all’altro. Ciò evidenzia chiaramente una mancanza di visibilità sull’attività futura dell’azienda. Infatti gli ultimi accordi e investimenti del Gruppo sono stati mirati al settore Difesa e al settore Elicotteri resta ancora incerto il futuro della Divisione Aerostrutture pur essendo un partner apprezzato di importanti programmi aeronautici civili europei e statunitensi.