Napoli, maxi-truffa alle assicurazioni: arrestati 18 avvocati

924
Antifurto auto, ecco le soluzioni migliori per risparmiare sull'RC

Cronaca di Napoli: 18 avvocati arrestati (su 49 misure cautelari) per una maxi-truffa alle assicurazioni (ben 2800 falsi incidenti).

Scoperta una maxi-truffa alle assicurazioni. La Polizia Municipale di Napoli, su richiesta della Procura partenopea, ha notificato 49 misure cautelari, tra le quali spiccano gli arresti domiciliari per 18 avvocati, al termine di indagini su false testimonianze e false denunce. L’inchiesta è nata dalla denuncia del consiglio dell’ordine degli avvocati, con otto esponenti del consiglio dell’ordine che hanno preso parte alle perquisizioni.

La maxi-truffa era basata su finti testimoni e fascicoli costruiti a tavolino, in una vicenda consumata all’ombra dei giudici di pace di Barra e di Casema Garibaldi (non ci sono magistrati coinvolti) e che, come riportato da “Il Mattino”, approdava a Malta per operazioni di riciclaggio.Napoli, maxi-truffa alle assicurazioni: arrestati 18 avvocati Migliaia le false procedure individuate, con costi sociali enormi sui premi assicurativi: ben 2800 falsi sinistri, 100 euro a testimonianza, per una truffa da milioni di euro. Sono stati ritrovati pc e supporti informatici, che hanno ancora al loro interno elementi ritenuti utili alle indagini.

L’inchiesta è coordinata dai pm Stefano Capuano, Alessandra Converso, Salvatore Prisco, sotto la guida del procuratore aggiunto Rosa Volpe, che hanno guidato il lavoro degli uomini della Polizia Municipale e della Guardia di Finanza della Procura.