Addio a Lorenzo Capo Favilli, autore del libro:“Meno tasse per un fisco più giusto”

265
Addio a Lorenzo Capo Favilli, autore del libro:“Meno tasse per un fisco più giusto”

Lorenzo Capo Favilli si è spento nella sua casa romana, all’età di 98 anni, autore del libro: “Meno tasse per un fisco più giusto, in uscita nelle librerie in questi giorni, con la presentazione di Paolo Maddalena.

“MENO TASSE PER UN FISCO PIU’ GIUSTO”, di Lorenzo Capo Favilli, un decalogo di proposte che intende prevenire gli effetti  di rischio di una “tempesta perfetta “ in cui potrebbe ritrovarsi ad affrontare il nostro Paese, e che invece è possibile prevedere e “schivare”, seguendo  semplici indicazioni di procedure e metodi,indicati dall’autore, che possono risolvere il corso attuale di un decadimento economico del nostro Paese, del Bilancio dello Stato, e contribuire, invero, ad una tangibile ricrescita e ricchezza delle Imprese.

Lorenzo Capo Favilli, scrittore economista è scomparso a Roma, all’età di 98 anni.

Uomo di grande valore civico e morale, dotato di grandi doti umane, avverso l’attuale indebolimento dei valori e dei principi; accanito oppositore di qualsiasi corrente politica che surclassi gli interessi del Paese a discapito delle imprese e i cittadini, con dei sani ideali e un carattere sanguigno, che non si sono mai esauriti, neanche gli ultimi giorni della sua vita, manifestando con ostinata volontà, come cita nel Suo ultimo libro, di voler continuare a credere che possa realizzarsi una gestione migliore della nostra economia e delle nostre risorse per risollevare il nostro Paese.

Interrotta la carriera Militare nel 1946, dopo aver  frequentato l’Accademia di Artiglieria  e Genio di Torino con compagni di corso divenuti eminenti tra cui Giorgio Cappon, (Presidente Istituto Mobiliare italiano –IMI), Renato Lodi (Capo di Stato Maggiore della Finanza);  Giorgio Pallieri (Generale in Capo delle Ramo Artiglieria), nel 1952 è entrato nell’amministrazione finanziaria dello Stato, (dopo aver conseguito la Laurea in Economia e commercio alla Sapienza di Roma), in cui ha svolto incarichi con funzioni direttive al II° Ufficio Distrettuale delle Imposte Dirette delle II.DD. di Roma compiendo verifiche contabili presso importanti Gruppi Industriali tra cui il  Poligrafico dello Stato; la Dear Film S.p.A.; la O.C.E.L.S.p.A.; l’ Istituto Medico Farmacologico Serono S.P.A; l’Anonima Petroli Italiana API; la SPI, Società Italiana per la Pubblicità S.p.A.;

Autore di diversi saggi e testi tra cui “Lo Stato e il cinema”; “Tra economia e diritto” e “Piove Governo ladro”. Autore inoltre di”le obbligazioni convertibili in azioni ” pubblicata Ansa nel servizio “Economico finanziario” n. 4837 del 28/6/1965 e il libro Crisi , Ed. Reality Book, 2015, ha collaborato con la Fondazione Salvemini per la pubblicazione di numerosi altri articoli sul periodico Atttualità.

Oltre che dell’Ansa è stato consulente anche della S.P.E.I. S.p.A. (Gruppo IMI); della Nautica Editrice; Texaco Petrolum S.p.A.; O.C.E.L.; Brown & Daltas ; OCEL s.r.l. (Gruppo Texaco); Cral della Banca Nazionale del Lavoro,  per gli anni 1985, 1986 e 1987.

E’ stato inoltre presidente di collegi sindacali e sindaco di molte importanti società tra cui la Texaco Petrolum  S.p.A.; USL Rm 11 (C.T.O.); Autoservizi Maggiore S.p.A.; della Gruppo Legno S.p.A; della Daison Commun.- Palace Studios (Gruppo Berlusconi).

Nel 2003 gli è stata conferita una seconda Laurea in Scienze Strategiche dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Nel giugno 2013 a seguito del lancio del libro verde da parte della Commissione europea, invia alla Commissione stessa uno studio sul “Il finanziamento a lungo termine dell’economia europea”.

Con Lorenzo Capo Favilli si perde uno degli ultimi autentici testimoni del XX secolo, capace, colto, ricco di umanità, impegno e passione profusi a vantaggio del nostro Paese.