Formula 1, domenica GP di Australia: riparte la sfida tra Hamilton e Vettel

197
Formula 1, domenica GP di Australia: riparte la sfida tra Hamilton e Vettel

Formula 1: domenica 17 marzo via al campionato del mondo. Hamilton: “Cominciare bene, ma stagione è lunga”. Vettel “Ribaltare il risultato dello scorso anno”.

Domenica prossima, 17 marzo, sul circuito australiano di Melbourne (diretta Sky Sport 1, ore 6.10) si correrà il primo Gp di Formula 1 della stagione 2019. Ci sono tutte le premesse per un nuovo duello tra il campione in carica Lewis Hamilton (5 volte iridato) e il ferrarista Sebastian Vettel (voglioso di scrivere la storia anche in “rosso” dopo i 4 titoli con la Red Bull).

Un duello che si è già acceso in conferenza stampa, in cui il campione britannico della Mercedes si è mostrato molto carico: “Mettere un timbro sulle prime gare? La stagione è lunga e non credo sia particolarmente importante. Lo è chiudere le gare e portare a casa più punti possibili”.Formula 1, domenica GP di Australia: riparte la sfida tra Hamilton e Vettel Anche Vettel è ottimista e, soprattutto, voglioso di riscatto dopo i tanti errori dell’anno scorso: “All’inizio della stagione c’è un po’ di nervosismo, perché dobbiamo capire dove siamo. Ora siamo tutti prede e cacciatori, ma spero presto di essere preda perché vorrà dire che siamo avanti. La pressione c’è sempre, ma l’obiettivo è semplice: ribaltare il risultato finale dello scorso anno”.

Ferrari, esordio per Leclerc: “Lavoro per crescere”

Grandissima attesa per l’esordio sulla Ferrari del 21enne pilota monegasco Charles Leclerc, che prenderà il posto di Kimi Raikkonen (passato alla Sauber, ex squadra di Charles). Il giovane pilota mostra grande maturità e ambizione:Formula 1, domenica GP di Australia: riparte la sfida tra Hamilton e Vettel Non vedo l’ora di scendere in pista per scoprire il nostro vero valore. È una bella sensazione -ha dichiarato Leclerc- che il team creda di aver fatto la scelta giusta con me: ora, però, sono io a doverlo dimostrare in pista. Sono consapevole di essere il secondo pilota, ma rientra pure nel mio lavoro provare a cambiare questa situazione”.