Calcio Napoli, azzurri in caduta libera. L’Atalanta vince al San Paolo

330
Calcio Napoli, azzurri in caduta libera. L'Atalanta vince al San Paolo

Vince 2-1 la squadra di Gasperini che risponde con Zapata e Pasalic al gol di Mertens. Il Calcio Napoli spreca in molte occasioni il raddoppio e viene punito

Il calcio è fatto di cose semplici: motivazioni, gioco di squadra e gol. Al Calcio Napoli, al momento, mancano tutte e tre. Solo il gioco, oggi, a tratti è stato piacevole a se il Calcio Napoli fosse stato in vantaggio di tre gol al 10′ della ripresa, nessuno avrebbe gridato allo scandalo, anzi.

La settimana di passione si chiude con un altra delusione: nella giornata che poteva decretare la qualificazione matematica alla Champions, gli azzurri incappano in un’altra giornata storta contro una Atalanta per niente irresistibile.

Ancelotti schiera Ospina in porta, Koulibaly e Chiriches al centro con Malcuit e Hysaj sulle fasce. Fabian Ruiz e Allan centrali con Zielinsky e Callejon sulle fasce ma spesso col compito di accentrarsi. Milik e Mertens in attacco.

Buono il primo tempo del Calcio Napoli che con un pressing a tutto campo costringe l’Atalanta ad un compito strettamente difensivo.

La vivacità della squadra di Ancelotti si esaurisce al decimo della ripresa.

Analizziamo le tantissime occasioni sciupate dagli azzurri.

Gia al 1′ minuto Mancini è costretto a  fermare Mertens che si stava involando sulla fascia. Ammonizione per il difensore atalantino

Al 10′ lancio per Mertens che solo davanti a Gollini si allunga il pallone e sperca clamorosamente.

Al 12′ Chiriches è costretto ad uscire. Dentro Luperto che disputerà una buona partita.

Al 21′ Milik potrebbe calciare ma preferisce fare un altro tocco. Il tiro viene deviato da un difensore.

Calcio Napoli, azzurri in caduta libera. L'Atalanta vince al San Paolo

Al 27′ vantaggio del Calcio Napoli.

Callejon dal centro del campo serve in profondità Malcuit. Ottimo l’inserimento del francese che mette al centro. Mertens di gluteo insacca. Meritatissimo vantaggio. 1-0

al 34′ grande azione del Calcio Napoli: scambio Zielinsky Mertens a grande velocità. Palla a Milik che ridà a Zielinsky. Il polacco è poco lucido e piuttosto che superare Gollini con un pallonetto gli tira il pallone addosso.

Al 47′ primo squillo atalantino con Gomez che tira dal limite. Ospina è pronto.

Nella ripresa il Calcio Napoli continua a divorarsi il raddoppio:

al 49′ da Mertens a Milik. il polacco supera Gollini con un pallonetto ma Masiello salva sulla linea di porta. Altra occasione mancata: bastava un pizzico di cattiveria in più.

Al 60′ grande azione di Mertens che supera in dribbling due avversari e mette la palla al centro. Fabian Ruiz non lo segue e l’occasione si spreca.

63 e 66′: ancora Mertens che solo davanti a Gollini si fa anticipare da dietro da Hateboer e due minuti dopo spreca ancora.

Almeno quattro limpide occasioni per chiudere una partita che meritava di essere onorata con maggiore decisione sotto rete.

Poi esce l’Atalanta. Dentro Ilicic e sfruttando, probabilmente, la stanchezza degli uomini di Ancelotti, gli orobici iniziano a dominare su tutto il campo.

Il pareggio arriva al 68′ con Zapata

Controllato benissimo fino a questo momento della partita da Koulibaly, il centrale atalantino sfrutta una bella discesa di Hateboer che lo serve al centro dell’area. Facile il tocco d’anticipo su Ospina e KK. Malissimo Hysaj sull’entrata di Hateboer.

Eppure le due fasce laterali del Calcio Napoli si erano comportate abbastanza bene: Malcuit molto propositivo e Hysaj molto attento.

Al 75′ Ilicic calcia dal limite e Ospina para.

Al 76′ è Milik a tirare dal limite di destro. Palla fuori di poco.

Al 79′ il vantaggio dell’Atalanta.

Bella azione da Ilicic a Zapata che non potendo più tirare serve di tacco l’accorrente Pasalic. Facile l’appoggio in rete. 1-2

Inutili i cambi di Ancelotti: fuori Mertens per Younes e dentro Verdi per Callejon.

Inutili anche gli ultimi attacchi del Calcio Napoli ormai deluso e stanco.

Dagli spalti si sentono fischi di delusione: i tifosi non riconoscono più la loro squadra.

Guardando con onestà la partita viene da dire che la colpa della sconfitta è soprattutto della imprecisione degli attaccanti del Calcio Napoli. Ripeto: se la partita al decimo della ripresa fosse stata sul 3-0, nessuno poteva stupirsi.

Però il calcio è questo: se sprechi vieni punito.

Calcio Napoli, azzurri in caduta libera. LCalcio Napoli, azzurri in caduta libera. L'Atalanta vince al San Paolo

Da un punto di vista del gioco gli azzurri hanno fatto vedere cose interessanti con Zielinsky e Callejon pronti ad accentrarsi per lasciare spazio agli inserimenti degli esterni difensivi (più Malcuit che Hysaj). Troppo lenta e compassata, invece, la manovra di centrocampo che manca decisamente di un “faro” che illumini con qualche giocata di alto livello. Anche la ripartenza dalla difesa è troppo “lunga” rispetto al passato sia come tempi di gioco che come lontananza dei giocatori. Altra pecca: troppi tentativi di dribbling in ogni parte del campo: la tecnica di molti giocatori, che veniva esaltata dalla rapidità degli scambi di prima, viene ora riciclata negli sterili tentativi di superare l’avversario e di creare la superiorità numerica.

Credo che ci sua tanto da lavorare per vedere il Napoli di Ancelotti ma c’è tutto il tempo per farlo.

Nel Calcio Napoli bene Luperto: il giovane centrale è rapido e fisicamente presente, bravo nella posizione e rapido. Verticalizza anche con precisione ed intelligenza. E’ questa la nota più lieta della triste serata azzurra.