lunedì, Maggio 23, 2022

Movida in piazza Bellini, poliziotti accerchiati e minacciati: tre arresti

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Il Questore Giuliano sui fatti di piazza Bellini: “Comportamenti aggressivi di decine di persone. Indagini per individuare responsabili”. Il centro sociale Insurgencia: “Abuso di potere”.

Ieri sera, durante un servizio di controllo del territorio nelle zone della movida napoletana, operatori della Polizia di Stato, nell’identificare alcune persone in piazza Bellini, sono stati insultati, accerchiati e minacciati da numerose persone. Stando a quanto riporta la nota della Polizia, gli agenti hanno riportato contusioni e le stesse auto di servizio sono state danneggiate.

Queste le parole del Questore di Napoli, Alessandro Giuliano: “Gli operatori delle Volanti hanno gestito la situazione con equilibrio, a fronte di un inaccettabile comportamento aggressivo e minaccioso di decine di persone. Verranno svolte indagini per individuare i responsabili di queste condotte”.'Movida in piazza Bellini, poliziotti accerchiati e minacciati: tre arresti In un comunicato, il centro sociale Insurgencia parla invece di “un’azione di forza e di abuso di potere contro tre persone. Tre attivisti, ma poteva succedere a qualsiasi cittadino, sono stati fermati dagli agenti per un controllo, tra di essi uno non aveva con sé i documenti.

Tre attivisti sono stati portati con la forza al commissariato di polizia di via Bernardo Tanucci senza alcuna valida motivazione. Smentiamo categoricamente gli insulti, le minacce, l’accerchiamento e le aggressioni di cui parla il comunicato della questura. Ad aver provocato la tensione, ad aver aggredito e generato la reazione della piazza composta da ragazzi comuni -si legge sul sito de “Il Mattino”- sono stati gli agenti con spintoni, violenze fisiche ed intimidazioni. Otto volanti della polizia, una macchina dei carabinieri, una camionetta dell’esercito hanno trasformato piazza Bellini in uno scenario di guerra, mettendo in pericolo la stessa cittadinanza, così come si evince da tutti i video pubblicati. Atti gravissimi che hanno portato alcuni cittadini finanche a gettarsi contro una volante pur di ostacolare i soprusi messi in atto ed i conseguenti fermi”.

Secondo gli attivisti, si tratta di “una mobilitazione di forze dell’ordine di certo eccessiva per dei controlli sulla movida, la cui ratio dovrebbe essere la tutela e la sicurezza delle persone. Questa sera (ieri, ndr) invece abbiamo assistito a tutt’altra scena, nessuno tra gli agenti presenti ha tutelato la piazza, ma ha invece generato una reazione causata da un incomprensibile accanimento”.

Foto in evidenza: “Il Mattino”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie