lunedì, Ottobre 3, 2022

Lettere, donna tenta suicidio: nella sua stanza d’albergo un chilo e mezzo di cocaina

- Advertisement -

Notizie più lette

Francesco Monaco
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Una giovane donna spagnola è stata salvata dai carabinieri a Lettere da un tentato suicidio. Nella sua camera d’albergo i militari hanno trovato un ingente quantitativo di droga.

Una giovane spagnola, salvata dai carabinieri dal suicidio, ed un chilo e mezzo di cocaina trovato in una camera d’albergo, dove due persone sono state arrestate: sono i fili di una vicenda che i militari dell’Arma stanno ancora tentando di riannodare e che presenta diversi aspetti poco chiari. Tutto succede ieri a Lettere, un comune di 6.000 abitanti arrampicato sui monti Lattari, nella parte meridionale del Golfo di Napoli. Poco dopo le 14 ai carabinieri arriva una telefonata: qualcuno segnala la presenza di una donna che vaga in strada, forse una turista, che però appare confusa ed agitata.

I militari la rintracciano e quando la raggiungono comincia ad urlare e si dimena. Poi scavalca un muretto che si affaccia su uno strapiombo di 8 metri. Vuole lanciarsi, ma il motivo non è chiaro. Per salvarla saranno necessarie 2 ore di rassicurazioni e trattative, anche se alla fine solo la prontezza di riflessi dei carabinieri e degli altri presenti eviterà il peggio. Tutto viene ripreso in un video, che comincia a circolare sulla rete e presto diventa virale. Sebbene in salvo, la donna – una spagnola – continua ad essere agitata, un comportamento che i carabinieri ricollegano al possibile uso di stupefacenti.

Ricostruiscono così le ore precedenti e scoprono che la giovane, insieme ad altre due persone, aveva trascorso qualche ora in un albergo di Lettere. Quando raggiungono la camera d’hotel vi trovano un 46enne di Scafati (Salerno), noto alle forze dell’ordine, e una 31enne incensurata di origini venezuelane. Con loro anche un chilo e mezzo di cocaina e 3.650 euro in banconote di vario taglio.

Entrambi sono stati arrestati per detenzione di droga a fini di spaccio, ma le indagini proseguono per ricostruire le vicende dei tre e dove si siano procurati l’ingente quantitativo di coca.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie