lunedì, Aprile 12, 2021

Federmoda e Fipe Confcommercio a De Luca: Campania zona gialla subito

- Advertisement -

Notizie più lette

Federmoda e Fipe Confcommercio a De Luca: Campania zona gialla subito
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Commercianti e ristoratori: “Sono mesi che le nostre attività sono in perdita. Molte purtroppo non riapriranno. Tante hanno chiesto prestiti. A tantissimi non sono stati concessi. Oggi si spera negli incassi del Natale.

Commercianti e ristoratori aderenti a Federmoda-Confcommercio Campania e Fipe-Confcommercio Campania, chiedono a gran voce che la Campania diventi subito zona gialla. La richiesta è stata inoltrata al presidente della Regione Vincenzo De Luca.
Sono mesi che le nostre attività sono in perdita. Molte purtroppo non riapriranno. Tante hanno chiesto prestiti. A tantissimi non sono stati concessi. Oggi si spera negli incassi del Natale che purtroppo non basteranno a salvare chi sta morendo e daranno appena una boccata d’ossigeno alle imprese più solide.
- Advertisement -

Il momento è difficilissimo e le risorse messe in campo dal Governo non serviranno a far ripartire una economia già tartassata da anni di crisi. L’ennesima delusione arriva con l’ipotesi che Napoli sarà zona gialla solo a partire dal 20 dicembre”, scrivono oggi Roberta Bacarelli, Presidente Federmoda-Confcommercio Campania e Massimo Di Porzio Presidente Fipe-Confcommercio Campania.

Ciò significa che gli incassi dei nostri negozi, dei nostri ristoranti, saranno ancor più bassi di quello che ci aspettavamo. Sappiamo che la salute è la cosa che conta di più, ma siamo anche consapevoli che la filiera si è oramai interrotta e che questo tra non molto, provocherà danni più grandi del virus.
Chiediamo di fare pressioni sul Governo. Ce lo chiedono a gran voce i nostri associati. Abbiamo bisogno, certamente di regole ma anche della flessibilità necessaria a non far perire il nostro tessuto socio-economico.
E’ importante che si riesca a mediare fra le esigenze della sicurezza sanitaria e le ragioni delle forze  produttive. Una settimana per noi conta tantissimo, non salverà di certo l’anno, né le perdite che ci hanno travolto. Forse renderà un po’ più sereno il Natale di qualcuno e contribuirà a far girare in piccolissima parte l’economia della Campania”, si conclude così la lettera di Roberta Bacarelli, Presidente Federmoda-Confcommercio Campania e Massimo Di Porzio Presidente Fipe-Confcommercio Campania.
La foto in evidenza è di archivio 
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie