mercoledì, Gennaio 26, 2022

De Luca: “Chiudere i negozi se commessi o clienti non indossano la mascherina” (VIDEO)

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Vincenzo De Luca: il governatore della Campania rivolge un appello ai sindaci affinché vengano rispettate le regole all’interno dei negozi.

Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, rivolge un appello ai sindaci affinché commessi e clienti indossino la mascherina all’interno dei negozi, parlando come sempre in maniera netta: “Bisogna chiudere con i vigili urbani i negozi nei quali si trovano o commessi o clienti senza mascherina -dichiara il governatore a margine di una conferenza stampa sull’ospedale di Pozzuoli- Non è più tempo di sottovalutazioni. Credo che sia arrivato il momento di prendere misure anche repressive, per penalizzare chi non rispetta le regole elementari”.

De Luca non parla di “situazione drammatica, ma ci tiene a sottolineare che “se si continua a comportarsi in maniera irresponsabile può diventarla”.

Coronavirus, il punto della situazione con la stampa

🔴 #CORONAVIRUS, faccio un appello ai sindaci: bisogna mandare i vigili urbani a chiudere i negozi nei quali si trovano commessi o clienti privi di mascherina. Non è piu tempo di sottovalutazioni. Ci sono giovani che pensano che il problema non esista più. Questa è una posizione irresponsabile. Si può convivere con il virus, ma occorre senso di responsabilità da parte di tutti.

Pubblicato da Regione Campania su Martedì 21 luglio 2020

Il numero uno di Palazzo Santa Lucia chiede inoltre una movida responsabile: “Abbiamo aperto l’Italia da un mese, abbiamo le serate che sono segnate da fenomeni di movida irresponsabile – ribadisce il governatore – Ci sono decine di migliaia di giovani che pensano che il problema non esista più, questa è una posizione irresponsabile”.

Ribadendo infine che “si può convivere con l’apertura delle attività economiche a condizione che ci sia senso di responsabilità da parte di tutti, a cominciare da me, che giro con la mascherina che sembro Tutankhamon. Se portiamo la mascherina e ci laviamo spesso le mani possiamo convivere altrimenti faremo fatica ad arrivare settembre”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie