Napoli, cantiere piazza Plebiscito: Sovrintendenza chiede nuovi atti

303
Napoli, cantiere piazza Plebiscito: Sovrintendenza chiede nuovi atti

Cantiere piazza Plebiscito: il sovrintendente Luciano Garella ha chiesto ulteriori integrazioni al dossier presentato dal Comune di Napoli. Il “concertone” di San Silvestro si terrà regolarmente.

Il sovrintendente Luciano Garella ha chiesto ulteriori integrazioni sul dossier presentato ieri dal Comune di Napoli in merito ai lavori in piazza Plebiscito, atti alla costruzione di una camera di ventilazione per la tratta Chiaia-Municipio (Linea 6 della metropolitana).

Come riportato da “Il Mattino”, Palazzo San Giacomo si è impegnato a produrle entro la giornata di domani. Il documento era stato realizzato dalle società concessionarie Metropolitana di Napoli e Ansaldo Sts e consegnato venerdì scorso al Comune, che l’ha poi girato alla Sovrintendenza.Napoli, cantiere piazza Plebiscito: Sovrintendenza chiede nuovi atti Nel pomeriggio di ieri, il faccia a faccia a Palazzo Reale con l’assessore alle Opere Pubbliche, Mario Calabrese: “Il sovrintendente – spiega a “Il Mattino” l’assessore Calabrese – ha chiesto alcune integrazioni, come specificare meglio le relazioni tra alcuni elementi di analisi e i saggi geologici e produrre un documento di sintesi che accompagni il dossier. Contiamo di depositare quanto richiesto entro la giornata di domani”.

Piazza Plebiscito, il “concertone” si farà nonostante il cantiere

Intanto, non è lontana la serata del 31 dicembre, tradizionalmente dedicata al concertone di fine anno in piazza Plebiscito. Nonostante i lavori in corso, l’evento della notte di San Silvestro si terrà regolarmente. Come riportato da “Il Mattino”, se da un lato è stato confermato il format degli scorsi anni (con cinque palchi tra piazza Plebiscito e Lungomare), per la parte artistica Palazzo San Giacomo non ha ancora contattato nessun artista.Napoli, cantiere piazza Plebiscito: Sovrintendenza chiede nuovi atti Come l’anno scorso, si va comunque verso un evento animato da vari artisti partenopei e del Sud, anche se al momento rimane soltanto un’idea. I bandi e le manifestazioni di interesse verranno pubblicati tra fine mese ed inizio dicembre, per un evento che sarà nuovamente “low cost” vista la difficile situazione economica del Comune di Napoli.