Meteo, è in arrivo il ciclone di Ferragosto

364
Meteo, a Napoli e in Campania ultimi giorni di caldo prima delle piogge

Le previsioni meteo annunciano l’arrivo di pioggia e venti forti per i prossimi giorni, già a partire da lunedì sera.

Aggiornamento in data 13 agosto – ore 17.30

La burrasca di ferragosto” ha fatto già il suo ingresso sull’Italia. A partire dalla tarda mattinata il tempo è iniziato a peggiorare sulla Liguria occidentale, dove sono segnalati temporali e piccole trombe d’aria, e in Toscana con forti addensamenti sulla Versilia. Si tratta della seconda perturbazione di agosto che porterà un primo lieve calo termico anche al Nord-Est.

Peggioramento al Sud già da stasera

Pioggia, grandine, calo termico, venti forti. Già lunedì sera secondo il Meteo.it le condizioni meteo cambieranno in modo radicale con forti temporali sulla Lombardia che saranno solo l’antipasto, per così dire, del ciclone di Ferragosto, di quella burrasca di mezza estate o di fine estate, che dir si voglia, che si concretizzerà tra martedì e mercoledì.

In quei giorni transiterà infatti sull’Italia una perturbazione atlantica che agirà in sinergia e all’interno di una più vasta circolazione ciclonica con correnti più fresche che da martedì innescheranno temporali più estesi e diffusi sulla Lombardia, sulla Liguria, sulla Toscana, sulle regioni di nord-est e poi su tutte le regioni centrali. Al seguito soffieranno venti di maestrale in discesa come di consueto dalla Valle del Rodano verso la Sardegna, venti di Bora da Trieste verso l’alto Adriatico, la Romagna e le Marche.

Il giorno clou dell’estate, Ferragosto, risentirà di condizione di forte instabilità. Sin dal mattino i temporali con grandine interesseranno l’Emilia Romagna Meteo, nei prossimi giorni è in arrivo il ciclone di Ferragostocon particolare vigore su Bologna, Rimini, Ravenna e sulle coste. Nel corso del pomeriggio il ciclone traslerà verso Sud, il tempo peggiorerà diffusamente sulle regioni centrali e meridionali con lo sviluppo di temporali e grandinate su gran parte delle zone, oltre che sulla Sardegna. Fenomeni particolarmente intensi sono attesi al Centro sul Lazio, come a Roma, e sull’Abruzzo, al Sud sul Gargano e sulla Basilicata e in Sardegna sull’Ogliastra, specie lungo le coste. I fenomeni si esauriranno in serata.

Le temperature scenderanno di conseguenza su tutte le regioni dapprima quelle settentrionali con cali più drastici sulla Lombardia, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, sul bellunese e poi sul resto del Veneto, e solo successivamente sul resto delle regioni centrali con diminuzioni più importanti sulle Marche. Sarà però nel corso poi del giorno 15 che le temperature caleranno infine anche sulle regioni meridionali e sulla Sardegna, mentre sulla Sicilia si dovrà attendere ancora qualche giorno.