sabato, Gennaio 28, 2023

ATP Dubai: ecco i favoriti

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

ATP Dubai: Il 27 febbraio al via il torneo che si gioca sugli insidiosi campi di cemento. Davanti a tutti il duo Novak Đoković-Rafael Nadal. 

Nemmeno il tempo di godersi fino in fondo l’Australian Open 2023 che è già ora di rivivere le emozioni del grande tennis grazie all’ATP di Dubai. Questo torneo, che si terrà a partire dal 27 febbraio in terra emiratina, si caratterizza per la superficie dura dei suoi insidiosi campi di cemento, che spesso obbliga la pallina a strani rimbalzi non sempre facilmente intercettabili. Lo sanno bene i tennisti professionisti che dal lontano 1993 si affrontano per la vittoria finale.

Cosa che ovviamente faranno anche quest’anno, non tutti però: i favoriti per adesso si contano sulle dita di una mano. In attesa di avere l’entry list completa vi elenchiamo quelli che riteniamo essere i possibili trionfatori di questa interessante manifestazione.

Davanti a tutti il duo Novak Đoković-Rafael Nadal. Attenzione però anche a…

Considerando che Novak Đoković dopo l’appuntamento dell’Australian Open 2023 di gennaio sarà impegnato nel torneo di Dubai, che ha vinto per sei volte, di cui tre consecutive tra il 2009 e il 2011, non può che essere lui il favorito numero 1 per quanto riguarda la vittoria finale dell’ATP che nel corso della passata edizione ha visto trionfare Andrej Rublëv.

Il serbo, nonostante il trascorrere degli anni, è il tennista che più di tutti gli altri sta dimostrando di essere sempre sul pezzo, sia fisicamente che mentalmente. Queste e altre motivazioni ancora hanno spinto blog.marathonbet.it a inserire all’interno della propria lista preferenze uno dei quattro fuoriclasse a essersi aggiudicato almeno due volte tutti i Major. Tuttavia, la concorrenza è agguerrita, considerando che anche Nadal sarà presente, come confermato da lui stesso pochi giorni fa.

ATP Dubai: ECCO I FAVORITI
Torneo ATP Tennis Napoli

Il suo è un ritorno che fa notizia, perché lo spagnolo da ben 15 anni non giocava un ATP 500 in terra emiratina. Per lui in totale sono 5 le partecipazioni al torneo che è anche conosciuto come Dubai Duty Free Tennis Championships, l’ultima delle quali (correva l’anno 2008) non fu certo esaltante poiché uscì sconfitto ai quarti di finale contro lo statunitense Andy Roddick.

Dunque per il 27 febbraio ci aspettiamo un Rafa agguerrito, pronto a giocarsela con Nole. Dando un’occhiata alla entry list, dietro a questi campionissimi troviamo il detentore del titolo, Rublëv, e soprattutto il “nostro” Sinner. Forse oggi l’altoatesino non è ancora attrezzato per poter insidiare tennisti piuttosto esperti come quelli appena menzionati, che sanno dare il massimo anche sul cemento di Dubai; tuttavia, nonostante la giovane età può vantare più record invidiabili che ne fanno una promessa di questa disciplina.

Sinner – lo ricordiamo – è il più giovane tennista italiano ad aver vinto un torneo ATP, nonché l’unico a essersene aggiudicati quattro in una stagione. Stando così le cose siamo certi che sarà in grado di dare del filo da torcere a tutti, ma solo se resterà concentrato. Ciò che gli manca per diventare un grande è proprio la capacità di non demotivarsi. Infine, tra i favoriti ecco altri due top: il canadese Felix Auger-Aliassime, leggermente in difficoltà dopo l’uscita un po’ a sorpresa dall’ATP di Adelaide per mano di Alexei Popyrin, e Aslan Karacev, che conosce bene questo torneo avendolo vinto nel 2021 superando in due set Jiří Veselý.

In assoluto il miglior torneo ATP (almeno secondo i tennisti)

Quello che vedremo tra un mese circa è il miglior torneo ATP, o almeno così sostengono i tennisti che lo hanno votato per ben 11 volte, dal 2003 al 2006 e dal 2008 al 2014. Attenzione però a non sottovalutare anche i tanti altri tornei. Su questa votazione avranno forse influito i campi di cemento in grado di insidiare chiunque, anche un “mostro sacro” come Novak Đoković?

photo by Pixabay

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie