Ancora fiamme sul Vesuvio. Brucia anche Posillipo

0
456

Il Vesuvio brucia ancora. Ma tra ieri ed oggi sono stati segnalati altri incendi tra Napoli e provincia: Quarto, Agnano, Fuorigrotta, Camaldoli, Pozzuoli. Oggi Fuoco sulla collina di Posillipo.

Ancora incendi sul Vesuvio. Nei giorni scorsi l’incendio più vasto è stato domato. In merito alle operazioni di soccorso sono intervenuti Vigili del Fuoco provenienti anche da altre regioni d’Italia. Tra i primi ad intervenire sono stati i volontari della Protezione Civile di Portici ed hanno continuato ad operare alternandosi anche di notte. Nel frattempo tra ieri ed oggi sono stati segnalati tanti altri incendi tra Napoli e provincia: Quarto, Agnano, Fuorigrotta, Camaldoli, Pozzuoli. Oggi Fuoco sulla collina di Posillipo. Sul posto diverse squadre dei vigili del fuoco. Paura tra la gente. Le fiamme sono divampate da tre diversi focolai, non si esclude l’origine dolosa. In particolare, ciò che ha destato maggiore allarme è l’incendio che si è sviluppato in prossimità di un distributore di benzina. Anche la polizia municipale è intervenuta per far dirigere il traffico veicolare lontano dalle fiamme. Anche alcune abitazioni sono state lambite dal fuoco. In queste ore un incendio sta interessando una collina di Agnano. “Chi commette un omicidio in un attimo distrugge la vita di un persona. La cancella, in un momento. Chi incendia un bosco, una foresta, una montagna distrugge in pochi giorni quello che uomo e natura hanno realizzato per decenni, per secoli in alcuni casi. Esseri umani portatori di morte. Gli incendi di queste ore, di questi anni, stanno distruggendo i nostri paesaggi, la nostra bellezza, la nostra vita. L’incendio sul Vesuvio è un attentato alla nostra terra. Non può rimanere senza colpevoli. I responsabili devono avere pena esemplare“. Lo scrive su Facebook Luigi de Magistris, sindaco di Napoli. “Manca profondamente il senso della vita– aggiunge-. Solo l’amore e la difesa della natura, l’amore e la difesa dei beni comuni, l’amore della vita e per le persone, danno un senso alla nostra esistenza. Altrimenti non ci possono essere gioia e felicità. È Necessaria la rivoluzione delle coscienze per arrivare al cambiamento. La nostra stessa esistenza come pianeta è in pericolo. Come si fa a non amare e rispettare la bellezza del creato, come si fa a sopravvivere nell’egoismo, nell’indifferenza, nel male“.