Contributo alle famiglie residenti in Campania. A chi è rivolto, domanda e importo bonus

3073
Contributo alle famiglie residenti in Campania. A chi è rivolto, domanda e importo bonus

Regione Campania: Domande e risposte per richiedere il contributo alle famiglie residenti in Campania. Come inviare la domanda, importo, a chi spetta e documentazione da allegare.

La Regione Campania con il Decreto 198 del 17/4/2020 pubblicato sul Burc n. 86 del 20/04/2020, ha  destinato un contributo alle famiglie per l’accudimento dei figli al di sotto dei quindici anni durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado per emergenza covid-19.

Vediamocome inviare la richiesta, i documenti da allegare e tutte le domande con relative risposte per ricevere tutte le informazioni utili.

  • Quali sono le modalità e i termini di presentazione della domanda per il bonus #conlefamiglie?

L’unico modo per presentare la domanda per le misure straordinarie di sostegno alle famiglie residenti in Campania per l’accudimento dei figli al di sotto dei quindici anni durante il periodo di sospensione dei servizi educativi per l’emergenza covid-19 è registrarsi tramite la piattaforma ufficiale: https://conlefamiglie.regione.campania.it/

La piattaforma sarà accessibile a partire dalle ore 9.00 del 27 aprile 2020, non prima, e fino alle ore 24.00 del 7 maggio 2020, giorno di chiusura del bando.

Potrà registrarsi in piattaforma tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 22.00.

Si ribadisce che il primo giorno – 27 aprile – la piattaforma sarà accessibile dalle ore 9.00.

Il 7 maggio 2020, giorno di chiusura del bando sarà accessibile fino alle ore 24.00

Sul portale indicato troverà tutte le indicazioni utili per la partecipazione, nelle sezioni:

“Cos’è e a chi è rivolto”,  “Requisiti e modalità”,  “A portata di mano”.

Sarà pubblicato in homepage anche il Manuale d’uso che la invitiamo a consultare, perché l’aiuterà passo a passo nelle fasi di registrazione e presentazione della domanda.

  • Quali documenti dovrò caricare in piattaforma per presentare la domanda di sussidio “Con le famiglie”?

Dovrà caricare la seguente documentazione a pena di esclusione:

  • la domanda generata dal sistema che, a pena di esclusione ed inammissibilità, deve essere compilata on line accedendo, previa registrazione, alla piattaforma https://conlefamiglie.regione.campania.it;
  • un valido documento di riconoscimento del richiedente;
  • certificazione ISEE in corso di validità; nel caso di genitori non coniugati e non conviventi, la certificazione ISEE deve essere presentata dal genitore/tutore che presenta la domanda ove si evincono i dati del minore convivente (art. 6 dell’Avviso).
  • In piattaforma dovrò allegare anche i documenti dei minori?

No, in piattaforma non dovranno essere allegati i documenti dei minori.

ISEE

  • L’ISEE 2019 è valido per partecipare?
  • Che s’intende per ISEE in corso di validità?

No, l’ISEE 2019 è scaduto il 31 dicembre 2019. Per ottenere l’ISEE 2020 è possibile rivolgersi ad un CAF o Patronato, oppure consultare il sito internet dell’INPS per richiedere l’ISEE online https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50088

L’Attestazione ISEE per partecipare al Bando con le famiglie è quella con validità fino al 31/12/2020.

  • Esistono altri criteri oltre al Reddito ISEE ai fini della graduatoria?

Nella formazione della graduatoria, a parità di valore ISEE, saranno considerati i seguenti requisiti ulteriori posseduti alla data del 05/03/2020 (art. 9 dell’Avviso):

  • numero di figli minori di 15 anni a carico;
  • minore età del figlio frequentante la scuola primaria o secondaria.

SPESE AMMISSIBILI

  • Cosa è possibile acquistare con il bonus “Con le famiglie”?

Si considerano ammissibili le spese relative all’acquisto di attrezzature, strumenti informatici, dispositivi ed altri supporti per l’accesso ai servizi didattici e socio-educativi; oppure le spese relative a servizi di babysitting.

  • Quali attrezzature, strumenti informatici, dispositivi ed altri supporti è possibile comprare con il contributo previsto dall’avviso pubblico?

I dispositivi che è possibile acquistare sono personal computer, tablet, notebook e altri strumenti utili per l’apprendimento a distanza.

  • Da quando si possono acquistare i servizi o dispositivi?

  • Sono ammissibili spese sostenute prima dell’erogazione del bonus?

Il periodo di ammissibilità delle spese decorre dal 05/03/2020 fino al giorno in cui si protrarrà la chiusura delle scuole. Pertanto, saranno ammissibili anche gli acquisti effettuati prima della presentazione della domanda, purché si riferiscano ai servizi o alle attrezzature previste nell’avviso.

Il beneficiario del bonus dovrà essere in possesso del relativo titolo di acquisto o giustificativo di servizio (fattura o ricevuta fiscale, ritenuta d’acconto da cui si evincano i servizi o prodotti acquistati).

Tutte le spese potranno essere comunque soggette a controlli a campione da parte dei competenti uffici regionali. (Art. 8 dell’Avviso).

  • Come dimostro le spese che ho sostenuto con il contributo “Con le Famiglie”?

A titolo esemplificativo i beneficiari del contributo, a seconda della natura delle spese sostenute e nel rispetto della normativa vigente, si impegnano conservare, ed a trasmettere in caso di richiesta, fatture o documenti probatori equivalenti, copia di bonifico, MAV, vaglia, bollettino postale, assegno bancario, copia dell’estratto conto che attesti l’avvenuto versamento, liberatoria del fornitore in caso di pagamento in contanti, ecc… (Art. 8 dell’Avviso).

BENEFICIARI

  • Chi può richiedere il bonus?

Possono partecipare i nuclei familiari residenti in Regione Campania che abbiano i seguenti requisiti (art. 4 dell’Avviso):

– almeno un minore di età inferiore ai 15 anni (alla data del 05/03/2020) iscritto ad un servizio educativo, o a una scuola, di ogni ordine e grado, della Regione Campania; – un ISEE non superiore ad euro 35.000.

I requisiti richiesti devono essere presenti, a pena di esclusione, alla data di trasmissione della domanda di contributo, fatta eccezione per l’età del minore, che deve essere inferiore ai 15 anni, alla data del 5 marzo 2020 giorno di chiusura e sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado, stabilita dal D.P.C.M. del 4 marzo 2020. Nel caso di genitori che non facciano parte dello stesso nucleo familiare, il beneficio deve essere richiesto dal soggetto che convive con il minore.

Il contributo è destinato anche ai genitori affidatari:

  • sia nei casi di adozione, nazionale e internazionale, per i quali l’ingresso del minore in famiglia si sia verificato alla data del 5 marzo 2020;
  • sia nei casi di affidamento preadottivo con sentenza o provvedimento del giudice.
  • Che significa almeno un minore di età inferiore ai 15 anni iscritto ad un servizio educativo, o a una scuola, di ogni ordine e grado, della Regione Campania?

Possono partecipare i nuclei familiari che abbiano almeno un minore che alla 5 marzo 2020 non abbia compiuto i 15 anni e che sia iscritto ad un servizio educativo, o a una scuola sul territorio della Regione Campania.

Sul portale del Ministero per l’Istruzione sono riportati tutti gli ordinamenti scolastici, per fasce d’età.

  • Nel modello di domanda allegato all’avviso mi viene chiesto di indicare il numero di figli conviventi, di età inferiore ai 15 anni alla data del 05/03/2020 iscritti a un servizio educativo e a scuole di ogni ordine e grado ma poi mi viene richiesto di indicare i dati anagrafici completi e l’Istituto frequentato solo per quelli che risultano iscritti alla scuola primaria e secondaria. Come mai?

Nella domanda, compilabile attraverso la piattaforma, sarà richiesto di indicare il numero di figli che non hanno compiuto i 15 anni alla data del 05/03/2020 e che sono iscritti ad un servizio educativo o ad una scuola. Per ognuno di essi andrà in seguito riportato il nominativo e i dati sul servizio / istituto frequentato.

Nella domanda sarà inoltre richiesto di indicare il numero totale di figli al di sotto dei 15 anni a carico, che costituisce uno dei criteri di preferenza da utilizzare, a parità di ISEE, nella formazione della graduatoria.

  • Se in un nucleo familiare l’unico minore è di età inferiore ai 3 anni e non ha ancora avuto accesso a servizi educativi alla data del 05/03/2020, tale famiglia potrà partecipare al bando?

No, il sostegno economico è rivolto unicamente al nucleo familiare con figli di età inferiore a 15 anni alla data del 05 marzo 2020, che siano iscritti ad un servizio educativo o ad una scuola di ogni ordine e grado della Campania alla data di trasmissione della domanda (art. 4 dell’avviso).

  • Sono escluse dal bando le famiglie con figli minori che frequentano le materne e/o il primo superiore?

No, possono accedere al bando le famiglie che comprendano almeno un figlio minore, di età inferiore ai 15 anni alla data del 5 marzo 2020, iscritto ad un servizio educativo o ad una scuola di ogni ordine e grado della Campania (Art. 4 dell’Avviso).

  • Se nello stesso nucleo familiare convivono due o più genitori, ciascuno con uno o più figli, quante domande possono presentare?

In questo caso sarà possibile presentare una sola domanda, perché il bando si rivolge al nucleo familiare (art. 4 dell’Avviso), inteso come l’insieme delle persone che coabitano e hanno la stessa residenza, legate da un vincolo di matrimonio, di parentela, di affinità, di tutela, di adozione o affettivo (art. 3, co. 1, D.P.C.M. 159/2013).

  • Il Codice Fiscale del secondo genitore non convivente e non appartenente al nucleo familiare del genitore richiedente deve essere comunque inserito in piattaforma?

No, il genitore richiedente non deve inserire il CF del secondo genitore, se quest’ultimo non è convivente e non presente nell’attestazione ISEE del nucleo familiare. Basta registrarsi come “Genitore Unico”.

FAQ SUL BANDO – CASISTICHE SUL “CUMULO DI AIUTI COVID-19” O ALTRI FONDI E SUSSIDI

  • Il contributo “Con le Famiglie” di cui all’avviso è compatibile con altri contributi già ricevuti (o richiesti)?

Si, il contributo “Con le Famiglie” è compatibile con gli altri benefici proposti dalla Regione Campania nel piano per l’emergenza Covid 19:

  • Borse di studio #ioStudio,
  • Bonus Micro-imprese a fondo perduto,
  • Bonus professionisti/lavoratori autonomi.
  • Il contributo alle famiglie di cui all’avviso è compatibile con altri contributi come il reddito di cittadinanza, il REI o altri sussidi previsti sul piano nazionale?

Il contributo di cui all’Avviso è compatibile con il reddito di cittadinanza, col Reddito d’inclusione e con la Cassa integrazione.

  • Esiste incompatibilità tra “Con le Famiglie” e altri fondi o sussidi?

Le misure non compatibili e non cumulabili con il contributo di cui all’avviso pubblico sono indicate all’art. 3 dello stesso, e sono, quelle emanate, anche a livello nazionale, sulle medesime finalità, in cui, ricadono ad oggi:

  • il congedo parentale Covid19;
  • il bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite di 600 euro, aumentato a 1.000 euro per il personale del Servizio sanitario nazionale e le Forze dell’ordine (entrambi previsti dal D.L. n. 18 del 17/03/2020);
  • Vi è incompatibilità tra il contributo previsto dall’avviso e le attrezzature ricevute (o per cui si è fatta domanda) in comodato d’uso dalle istituzioni scolastiche?

L’avviso pubblico prevede che le due misure non siano cumulabili. Pertanto, qualora si s’intendesse partecipare al presente avviso, la circostanza per cui si è ricevuto (o si è in procinto di ricevere) attrezzature in comodato d’uso dalle scuole, andrà segnalata nella domanda, impegnandosi al contempo, qualora si divenisse assegnatari del contributo, a restituire il materiale ricevuto dalle scuole e a conservare la ricevuta di avvenuta consegna, tenendola a disposizione per eventuali controlli.

  • La circostanza per cui si sono ricevute attrezzature in comodato d’uso dalla scuola e ci si impegna a restituirle, vale anche nel caso in cui tale comodato abbia riguardato solo uno di più figli?

Si, il contributo è destinato all’intero nucleo familiare. Pertanto, gli eventuali benefici (tra quelli indicati nell’avviso, art.3) ricevuti per qualsiasi componente del nucleo familiare, non sono cumulabili con il contributo “Con le Famiglie”.