Radiazioni come un mese di vita a Napoli, spunta anche a Bolzano il modulo dello scandalo

610
Radiazioni come un mese a Napoli, a Bolzano il modulo dello scandalo

Non si tratta di un caso isolato, quello che ha visto l’Asl di Verona utilizzare Napoli come metro di giudizio negativo per gli effetti delle radiazioni.

Non si placano le polemiche in merito al modulo dello scandalo con cui l’Asl di Verona ha paragonato gli effetti delle radiazioni a un mese di vita a Napoli. Ma, nonostante le scuse e la promessa di rimozione immediata della frase, secondo quanto riporta ‘Il Mattino’, non si tratta affatto di un caso isolato. Infatti, da una indagine del quotidiano, emerge come a Bolzano, sul sito dell’Ordine dei medici, sia possibile infatti scaricare un modulo di consenso informato analogo a quello rimosso dalla Usl 9 di Verona.

Anche in questo caso l’esame in questione è lo scanner radiologico dentale. Nel capitolo del rischio oltre a richiamare il dato di un ventesimo del fondo naturale di raggi ionizzanti e la dose assorbita per 3 o 4 esami radiografici tradizionali viene nuovamente indicato un mese di vita a Napoli come elemento di paragone.

Intanto, Flavia Sorrentino, delegata all’autonomia del Comune di Napoli e responsabile dello sportello che raccoglie le segnalazioni di «offese alla città di Napoli», ha spiegato che non accetta le scuse e intende proseguire nella verifica «della sussistenza della richiesta di risarcimento dei danni di immagine nei confronti di Napoli».