Parroco allontanato “soldi in cambio di posti di lavoro”

1711
cronaca di caserta

Il parroco pentito ha confessato: “soldi in cambio di posti di lavoro”. E’ stato trasferito ad una comunità nel Nord Italia.

Caserta – Ancora uno scandalo nell’ambiente ecclesiastico. E’ successo nel casertano il parroco è stato allontanato dalla chiesa di San Martino a Brezza, perché avrebbe promesso posti di lavoro in cambio di soldi. Il parroco è don Sergio Clemente e da 5 anni si era dedicato ai fedeli delle frazioni di Grazzanise.

Non si conoscono ancora bene i dettagli della vicenda, ma a quanto pare il parroco avrebbe promesso non solo posti di lavoro, ma anche la possibilità di essere introdotti in alcuni ambienti d’elité come il Vaticano, in cambio di somme di denaro.

Un modo di fare che è andato avanti per tanto tempo, ma che nelle ultime settimane il prete “pentito”, soffocato dai sensi di colpa, si è lasciato andare e ha raccontato tutto. Dopo la confessione è arrivato anche l’allontanamento dalla chiesa di San Martino ed il trasferimento in una comunità del Nord Italia.

L’Arcidiocesi di Capua in una nota comunica che «con un provvedimento dell’ordinario diocesano del 16 ottobre 2017, don Sergio Clemente, amministratore parrocchiale della parrocchia di San Martino in Brezza è stato rimosso dall’incarico e sostituito nelle funzioni pastorali dal vicario foraneo don Antonio Guarino, della comunità dei Padri Comboniani di Castel Volturno».

(fonte Il Mattino)