Clan Zagaria: chiesta la conferma della condanna alle parenti del boss Michele

217
Clan Zagaria: chiesta la conferma della condanna alle parenti del boss Michele

Richiesta la conferma delle condanne per Beatrice Zagaria (sorella del capoclan Michele) e le cognate del boss (accusate di aver condotto una vita agiata con i soldi dei Casalesi).

Il Procuratore generale ha chiesto la conferma in Appello delle condanne per le donne del clan Zagaria.

Sono stati chiesti 6 anni e 8 mesi per la sorella del boss Michele, Beatrice Zagaria, detenuta, accusata di associazione di tipo camorristico. Chiesta inoltre la conferma della pena ricevuta con il primo grado di giudizio, a tre anni per Francesca Linetti e Tiziana Piccolo, rispettivamente mogli di Pasquale e Carmine Zagaria (fratelli del boss), accusate di ricettazione senza l’aggravante mafiosa.

Tre anni la richiesta per Paola Martino, moglie di Antonio Zagaria, accusata di ricettazione senza l’aggravante camorristica.Clan Zagaria: chiesta la conferma della condanna alle parenti del boss Michele Come riportato da “Il Mattino”, secondo la tesi accusatoria, la sorella del boss Michele Zagaria detenuto al 41 bis, e le cognate, avrebbero ricevuto stipendi, di cui sapevano la provenienza illecita, che avrebbero consentito loro di condurre una vita agiata con vacanze da favola. La sentenza è fissata per martedì 16 luglio.