25-11-20 | 15:05

Scacco ai falsari, 44 arresti: a capo c’era un 69enne di Benevento

Home Cronaca di Benevento Scacco ai falsari, 44 arresti: a capo c’era un 69enne di Benevento
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Operazione Nerone: la maxioperazione contro la holding dei falsari ha portato a ben 44 arresti in Italia e in Europa (oltre al sequestro di beni per 8 milioni di euro).

Scacco alla holding dei falsari. I Carabinieri del Comando Antifalsificazione Monetaria di Roma e del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Benevento, coordinati dalla Procura della Repubblica di Benevento, hanno eseguito, sull’intero territorio nazionale e in alcuni stati europei, a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Benevento, nei confronti di 44 soggetti perché gravemente indiziati, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, avente natura transnazionale, finalizzata alla produzione e al traffico, spendita e introduzione di monete falsificate in Italia e all’estero e di spaccio di sostanze stupefacenti.

Inoltre, è stato eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal giudice per le indagini preliminari, di numerosi beni e società, finalizzato alla confisca, per un valore complessivo di circa 8 milioni di euro.

Stando alle indagini, a capo di quest’associazione per delinquere c’era un 69enne beneventano, fulcro della contraffazione di banconote false, non solo euro ma anche di valute internazionali. L’uomo, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, era il promotore e principale “broker” di valute contraffatte in Italia e all’estero insieme a tre soggetti napoletani, tra cui un fornitore-depositario, un collettore principale nell’area campana del prodotto nummario e un tipografo abilissimo storicamente promotore del cosiddetto Napoli Group, cartello criminale costituito in Italia dai più abili falsari di valute, sin dall’epoca della lira. Sono stati inoltre individuati un numero ampio di accoliti e faccendieri che costituivano una fitta rete di falsari e produttori di valuta falsa che operava ben oltre i confini campani, alimentando canali distributivi in tutto il territorio nazionale e anche fuori confine.

È stato così delineato il percorso del traffico di valuta dall’area del Giuglianese, in provincia di Napoli, sino all’area lombarda e fino alla Francia, dove operavano per conto del sodalizio criminoso un 37enne belga e un 33enne francese, giunti a Benevento per ricevere banconote di alta fattura da smerciare nei propri territori di origine.

Le indagini hanno consentito di individuare e sequestrare una stamperia clandestina di monete da 50 centesimi di euro allestita a Villanterio (Pavia) e a procedere all’arresto in flagranza di 3 persone. Nel corso delle indagini è stato arrestato un 70enne tipografo che a Napoli gestiva un centro di stoccaggio di banconote false per un totale di circa 41 milioni di euro in banconote del taglio da 50 e 100 euro. Insieme alla valuta falsa, sono state sequestrate anche le matrici metalliche necessarie per la produzione delle stesse con metodo off-set ed alcune prove di stampa.

Il comunicato della Procura di Benevento

- Advertisement -

Ultime Notizie

Nuovo Dpcm e regole per Natale: a tavola solo gli affetti più stretti

Allo studio le misure per il nuovo Dpcm che dovrebbe avere validità dopo il 3 dicembre, allo scadere di quello attuale, in vista del...

Covid, ecco il piano vaccini per la Campania: si parte con 170mila persone

Il piano vaccini per la Campania prevede che i primi vadano anzitutto a 120.000 operatori coinvolti nella sanità regionale in tutte le sue sfaccettature. "Nella...

Scuole dell’infanzia e prime elementari in Campania: restano chiuse anche ad Avellino

Avellino: il sindaco Gianluca Festa ha disposto il proseguimento della didattica a distanza per asili e prime elementari fino al 28 novembre. Attraverso l’ultima ordinanza...

Napoli, iniziative contro la violenza sulle donne: il Maschio Angioino si illumina di rosso

Comune di Napoli: tante iniziative volute dall’assessorato alle Peri opportunità in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne del 25 novembre. In...

Napoli, il vicesindaco Panini: “Al via atti preliminari per 1000 assunzioni da dicembre 2020”

Comune di Napoli; il vicesindaco Enrico Panini rende noto che sono stati approvati gli atti preliminari per oltre 1000 assunzioni a partire dal dicembre...