venerdì, Aprile 16, 2021

San Vitaliano, rifiuti interrati dopo una bonifica parziale: due denunce

- Advertisement -

Notizie più lette

San Vitaliano, rifiuti interrati dopo una bonifica parziale: due denunce
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

I carabinieri hanno scoperto che la ditta incaricata della bonifica, invece di procedere allo smaltimento, aveva interrato rifiuti sotto un terrapieno a San Vitaliano, in provincia di Napoli: nei guai il titolare e un tecnico comunale.

- Advertisement -

Una ditta incaricata di una bonifica invece di procedere allo smaltimento ha interrato rifiuti sotto un terrapieno: è quanto hanno scoperto i carabinieri a San Vitaliano, nel Napoletano, dove, dagli accertamenti è anche emerso che il dipendente comunale dell’epoca ha proceduto alla liquidazione delle somme per i lavori senza avere fatto controlli sull’operato della ditta. I carabinieri della stazione di San Vitaliano, insieme con i militari della stazione carabinieri forestali di Marigliano hanno denunciato un 34enne di Palma Campania già noto alle forze dell’ordine, titolare di una ditta di smaltimento di rifiuti, e un 66enne del posto, in passato responsabile dell’ufficio ecologia del comune di San Vitaliano.

Dopo un sopralluogo effettuato in un’area comunale adiacente all’autostrada in località Frascatoli a San Vitaliano, i carabinieri hanno appurato che la ditta incaricata dal comune per la rimozione dei rifiuti dell’area aveva provveduto solo in parte alla bonifica, interrando la restante parte dei rifiuti. Molti di questi – pneumatici, materiali plastici, guaine e rifiuti vario genere – affioravano da un terrapieno di circa un metro e mezzo, evidentemente sovrapposto al piano stradale originale.

I militari hanno poi accertato che i lavori fossero stati messi in pagamento dall’ente comunale, senza un’effettiva e accurata verifica sulla realizzazione della bonifica. Per questo motivo, il titolare della ditta dovrà rispondere di gestione e smaltimento illecito di rifiuti mentre l’allora responsabile dell’ufficio ecologia del comune di San Vitaliano di abuso di ufficio. L’area – 1000mq circa – è stata sequestrata.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie