31-10-20 | 20:52

Saldi a Napoli, è flop: bruciati 160 milioni di euro

Home Economia Saldi a Napoli, è flop: bruciati 160 milioni di euro
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Ultime notizie Benevento: 14enne si spara con pistola del padre

Benevento news:  14enne si spara con la pistola del padre, è grave Si esclude il gesto volontario, sarebbe stato un incidente. Un quattordicenne di Vallata,...
23cdab26c88f714dd9afeb2fab1bdf03?s=120&d=mm&r=g
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista pubblicista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Secondo quanto riferito da Confesercenti Campania, in un anno la spesa media per i saldi a Napoli è diminuita del 61%.

In un anno la spesa media per i saldi in Campania e’ diminuita del 58% per l’intera regione e del 61% a Napoli. Questi i dati di uno studio di Confesercenti Campania. Secondo l’ organizzazione del commercio in 12 mesi sono stati bruciati 270 milioni di fatturato, 160 dei quali a Napoli. “La situazione e’ molto difficile – afferma Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania – e neanche i saldi hanno dato ossigeno alle nostre attivita’ commerciali. Ci sono gia’ tante imprese che non hanno riaperto dopo il lockdown”.

“Con questi numeri – aggiunge Schiavo – entro dicembre altre migliaia di imprese chiuderanno, dal momento che dovranno affrontare la spesa delle tasse. Coloro che hanno aperto hanno un fatturato ridotto all’osso, sino al 60-70% in meno in assoluto, una percentuale che aumenta con riferimento ai settori abbigliamento, moda e B&B e diminuisce – ma non di molto – per il settore ristorazione e bar. Le strutture ricettive hanno avuto una percentuale di occupazione delle camere inferiore del 30% nonostante il decremento dei prezzi”.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Rodari al rione Salicelle di Afragola con il rap di Lucariello

Le fiabe e le storie di Gianni Rodari interpretate con i ritmi metropolitani dal rap di Lucariello. Il flash mob della cooperativa Eco tra...

Il Policlinico Vanvitelli attiva 100 posti letto Covid

Riorganizzazione attività ospedaliera per il Policlinico Vanvitelli che ha riconvertito l'edificio 3 e l'edificio 17 per destinare 100 posti letto ai ricoveri Covid. L'Azienda Ospedaliera...

Minacce all’imprenditore antiracket Nocerino, Coop Siani: “Solidarietà alla vittima”

Minacce all’imprenditore antiracket Nocerino, Coop Siani: “Piena solidarietà alla vittima. Chiediamo l'intervento dello Stato!” La coop. Giancarlo Siani interviene in merito al vile atto intimidatorio ai danni...

Coronavirus in Campania, i dati di oggi: 3.669 positivi e 275 nuovi guariti

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 30 ottobre dell'unità di Crisi regionale riporta 3.669 nuovi positivi di cui 3.477 asintomatici su 20.860 tamponi...

Cinema, è morto Sean Connery: aveva 90 anni

E' morto Sean Connery: l'attore scozzese, indimenticabile James Bond, aveva compiuto 90 anni il 25 agosto scorso. Sir Sean Connery è morto a 90 anni,...