Presentato ‘Liliana’ il corto dedicato alla diva suicida per Totò

374
Presentato 'Liliana' il corto dedicato alla diva suicida per Totò
Invia Tramite:

Presentato a Palazzo Venezia il corto “Liliana” che arriverà il 5 aprile al Nuovo Teatro Sanità e poi per la Rassegna “Filmbar” all’Arts Cafe di Napoli.

di Giuseppe Giorgio – Gettando un fascio di luce sulla pagina più drammatica della vita del principe della risata, Antonio de Curtis e portando alla ribalta con una passionale analisi introspettiva gli aspetti e le circostanze che, dopo una breve storia d’amore con Totò, portarono la soubrette Liliana Castagnola al suicidio, l’autore, sceneggiatore e attore, Umberto Del Prete ha presentato il suo cortometraggio “Liliana”.

Presentato 'Liliana' il corto dedicato alla diva suicida per TotòGrazie ad un incontro avvenuto nella Sala Cirillo della Città Metropolitana di Napoli, con i saluti di benvenuto del delegato del Sindaco alla Cultura e Sviluppo, Elena Coccia e con l’intervento iniziale di Vittoria Pappalardo per l’Associazione “Amici di Laviano”, è stato possibile vedere in anteprima il coinvolgente corto. Un’opportunità di sicuro pregio che è servita anche per approfondire le motivazioni che hanno indotto un attore come Del Prete ad animare lo squarcio di vita più tragico dell’indimenticabile artista.

Un cortometraggio– ha detto il delegato Coccia- che arrriva in un momento davvero prolifico per la cinematografia napoletana. Tant’è nel mentre le produzioni napoletane girano il mondo, producono lavoro e ottengono straordinari riconoscimenti come il David di Donatello, è bello immaginare che anche il film “Liliana” possa ottenere in futuro dei meritati riconoscimenti e contribuire a diffondere la nostra cultura a livello internazionale ”.

Una produzione  – ha detto il protagonista Del Prete, davvero affabulante nei panni del Principe de Curtis in arte Totò- che porta sullo schermo la mia personale analisi del personaggio Totò e la mia libera interpretazione che non intende, in alcun modo, volere essere un semplice tentativo di imitazione del grande artista”.

E per il film di 20 minuti che vede accanto a Del Prete nei panni di Totò, l’attrice Ambra Hermin in quelli della sfortunata diva Liliana Castagnola, interessante è stato anche l’intervento dell’altra componente del cast Margi Villa Del Priore. “Umberto – ha detto l’attrice- è stato il primo a trasformare in un film gli aspetti più intimi della vita di Totò”.  Ed a farle da eco è stato anche l’attore Ciro Giorgio, impegnato nei panni del segretario dell’artista. “Ho conosciuto di persona Totò – ha detto Giorgio- sul set del film ‘Operazione San Gennaro’ e posso affermare che Del Prete è un attore capace di personalizzare molto bene la figura dello straordinario Principe”.

Con l’attenta e minuziosa regia di Emanuele Pellecchia, la fotografia di Raffaele Franzese, con il cast completato da un artista apprezzato come Gianni Parisi e ancora da Giuseppe De Felice e Nicola Lettiero il cortometraggio è stato prodotto dall’associazione “Media Movie” in collaborazione con  “Phoenix” . Tante buone premesse, quindi, per un lavoro capace di proiettare un forte un fascio di luce sull’amara vicenda che vide la notte del 3 marzo del 1930 la soubrette Liliana Castagnola uccidersi per amore di un fuggevole e ancora giovane Totò.

Dopo la proiezione di questa sera alle 21.00 a Palazzo Venezia, il corto “Liliana” arriverà il 5 aprile al Nuovo Teatro Sanità e poi per la Rassegna “Filmbar” all’Arts Cafe di Napoli. Da segnalare pure che il film ha già ottenuto due candidature, per la regia e la colonna sonora, a “Pulcinellamente”, la Rassegna Nazionale di Teatro Scuola e che parteciperà al Pan Teatro Festival giungendo poi al Teatro Madrearte di Villaricca.

Invia Tramite: