21-09-20 | 12:08

Napoli: GdF sequestra un milione di accessori abusivi per sigarette

Cronaca di Napoli Napoli: GdF sequestra un milione di accessori abusivi per sigarette
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus, Santobono: Morta bambina di 8 anni affetta da leucemia

Ospedale Santobono: I medici sono in attesa di fare il tampone per verificare il sospetto contagio da coronavirus per ora non confermato. I familiari...
Luigi Maria Mormonehttp://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista pubblicista.

Guardia di Finanza di Napoli: maxi-sequestro di accessori per la produzione di sigarette (tra cui cartine e filtri) venduti senza autorizzazione.

Il I Gruppo della Guardia di Finanza di Napoli, nel corso di quattro distinti interventi, ha sequestrato circa 1 milione di accessori per la produzione in proprio di sigarette, pronti per essere messi in vendita senza l’autorizzazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Gli articoli, tra cui cartine e filtri, sono stati individuati presso diverse attività commerciali gestite da cittadini di origine cinese e pakistana nei quartieri di Napoli Mercato, San Pietro a Patierno e Pendino.

Gli articoli sequestrati venivano venduti ad un prezzo concorrenziale rispetto ai rivenditori autorizzati, in totale evasione dell’imposta di consumo ed erano esposti al pubblico in una parte poco visibile dei negozi, spesso accostati ad altri prodotti di natura completamente diversa, al fine di non attirare l’attenzione in caso di controlli.

Dal 1° gennaio 2020 è stata introdotta con la Legge di Bilancio un’imposta di consumo per tutti i prodotti accessori dei tabacchi da fumo che possono essere venduti al pubblico esclusivamente da rivendite in possesso della licenza rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e Monopoli.

In caso di vendita di questi articoli da parte di soggetti non autorizzati, è prevista, oltre alla sanzione pecuniaria fino ad un massimo di 10.000 euro, anche la chiusura dell’esercizio o la sospensione della licenza o dell’autorizzazione per un periodo che va da 5 giorni ad 1 mese.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Calciomercato Napoli, la Roma: “Nessuna illazione sulle condizioni fisiche di Milik”

Prosegue non senza difficoltà la trattativa per portare il centravanti polacco nella Capitale e Dzeko alla Juventus. "In merito alle indiscrezioni relative alla trattativa con...

Elezioni in Campania, urne riaperte tra maxi scheda e mascherine: affluenza al 38,92% per le regionali

Seconda giornata di voto per le elezioni in Campania dalle 7 di questa mattina e fino alle 15. Seconda giornata di voto e urne aperte...

Ercolano, pugni e schiaffi alla moglie: arrestato 54enne

L'uomo, un 54enne di Ercolano, dopo l'ennesima lite ha preso a pugni e schiaffi la moglie minacciandola di morte alla presenza dei carabinieri. Ad Ercolano,...

De Laurentiis: “Calcio Napoli con De Luca, unico politico che può risollevarci”. Polemiche social

Aurelio De Laurentiis: è polemica sui social per il tweet del patron del Calcio Napoli in favore del governatore Vincenzo De Luca per le...

Sant’Antimo, 21enne ferito con sei colpi di pistola: è grave

Sant’Antimo: la scorsa notte un 21enne incensurato è stato ferito con sei colpi di pistola alle gambe. Il ragazzo è in coma farmacologico. Agguato la...