Diritti tv, si va verso la risoluzione con Mediapro

370
Diritti tv, si va verso la risoluzione con Mediapro

Non convincono le proposte fatte dagli spagnoli per i diritti tv della serie A. C’è la concreta possibilità che venga trovato l’accordo con Sky.

Nella riunione di oggi pomeriggio della Lega di A si è parlato della spinosa questione riguardante i diritti tv della serie A. Non convincono le proposte che gli spagnoli di Mediapro hanno fatto alla Lega tramite il presidente Jaume Roures. La società a febbraio si era aggiudicata il bando per la cifra di 3,15 miliardi per le partite fino al 2021. Mancando la fideiussione da 1,2 miliardi la Lega sta pensando di rescindere il contratto per inadempienza. In tal caso la strada da percorrere sarebbe un nuovo bando, ma c’è la concreta possibilità che venga trovato l’accordo con Sky.

Diritti tv, si va verso la risoluzione con Mediapro

Nella riunione si è anche votato e con 12 voti su 20 è stato eletto Marco Brunelli, già dg della Lega, come nuovo amministratore delegato ad interim. Ruolo che ricoprirà fino a quando non verrà eletta la nuova governance. Con 14 voti è stato eletto come consigliere indipendente Maurizio Casasco già presidente della Federazione medico sportiva italiana.