Calcio Napoli, ADL: “Non si può spendere più di quanto si fattura. Nei nostri stadi si spaccia”

229
Calcio Napoli, ADL:

Il presidente del Calcio Napoli è tornato a parlare nel corso del forum “Il calcio che vogliamo” organizzato presso la sede de “Il Corriere dello Sport” a Roma.

Calcio Napoli | “Il calcio inglese ha avuto una santa come la Thatcher mentre oggi il ministero dell’Interno dorme, e’ assente da venti anni, si nasconde dietro un dito mentre noi abbiamo spacciatori di cocaina e droga dentro ai nostri stadi. Questo e’ il paese piu’ corrotto del mondo”. Lo ha dichiarato il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis nel corso del forum “Il calcio che vogliamo” organizzato presso la sede de “Il Corriere dello Sport” a Roma. “Parliamo delle curve come se fosse il tifo sano, ma per 300, 400 o tremila persone i veri tifosi sani non possono neanche sedersi”, ha aggiunto De Laurentiis.

L’attacco al sistema calcio in Italia

“Il Napoli non ha un solo euro di debito nei confronti delle banche, ma nel calcio italiano c’e’ qualcosa che non funziona: non si puo’ permettere a qualcuno di spendere piu’ di quanto fattura, bisognerebbe far luce e lo dico a Gravina che si e’ appena insediato. Come si puo’ far ripartire i campionati con gente che ha dei debiti e continua a indebitarsi? Come si fa ad avere dei media che incitano a spendere di piu’ per comprare i grandi giocatori?”. Ha proseguito il patron azzurro, che poi ha aggiunto: “Il calcio non e’ piu’ uno spettacolo per giovani, ma per vecchi – ha aggiunto il numero uno del club partenopeo – La piu’ grossa cazzata del mondo e’ comprare giocatori e poter fare solo tre cambi. Ma chi l’ha detto? Chi l’ha scritta questa regola? Siamo industriali o no? Vogliamo innovarci o no? Vogliamo ancora essere dipendenti da Fifa e Uefa?”.

De Laurentiis si è anche scagliato contro l’ex ministro dello Sport Luca Lotti: “Ha fatto un casino con danni inimmaginabili, non capisco cosa c’entrasse con il mondo del calcio”.