giovedì, Giugno 24, 2021

Luigi de Magistris: “Mozione non passerà. Ho portato Napoli a un livello mai avuto”

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi de Magistris: “Mozione non passerà. Ho portato Napoli a un livello mai avuto”
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Luigi de Magistris: a CRC il sindaco di Napoli si è detto tranquillo nel giorno del Consiglio comunale che avrà tra i temi la mozione di sfiducia nei suoi confronti.

Giornata importante quella di oggi, venerdì 22 novembre, per il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Dopo le polemiche su un audio di alcuni consiglieri comunali di maggioranza (pubblicato da “Repubblica”), il Consiglio comunale del 6 novembre saltato per mancanza del numero legale, la mozione di sfiducia presentata dalle opposizioni e il rimpasto della Giunta, oggi ci sarà un delicato Consiglio comunale.

L’assemblea discuterà, tra gli altri temi, anche il bilancio e, soprattutto, la mozione di sfiducia al primo cittadino. Come già nei giorni scorsi, de Magistris è però tranquillo: “Oggi sarò in consiglio per la mozione di sfiducia. E’ un momento importante, ognuno si prenda le proprie responsabilità -dichiara il primo cittadino partenopeo a ‘Barba&Capelli’, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC- Io ho la coscienza a posto e mi presenterò a testa alta.

Guardo con molta attenzione quando le mozioni di sfiducia riguardano aspetti relativi alla città, e in quei casi posso accettarle, ma quando è finalizzata unicamente a ledere una persona, non lo trovo giusto. Non passerà. Abbiamo problemi molto seri, che vanno dai trasporti, ai rifiuti, al maltempo, ed è su questo che dovrebbe concentrarsi l’opposizione. Se la mozione di sfiducia dovesse essere accolta non la prenderò come uno sgarro personale. Ho portato Napoli ad un livello mai avuto”.

Sardine a Napoli, de Magistris: “Momento di democrazia e partecipazione”

De Magistris parla poi dei consensi della Lega: “Avere un sindaco leghista sarebbe un disastro per la città, la sua fine per diversi punti di vista -attacca il sindaco- Vorrei concentrarmi di più sulla città e sulle prospettive generali, e non sulle lotte interne. Salvini fa la sua battaglia politica, incassa anche dei successi. Il fatto che il sindaco di Sorrento e Positano siano leghisti mi lascia profonda tristezza. Sono convinto che, fin quando sarò io sindaco, la lega a Napoli sarà un fatto minoritario, quando andrò via non lo so. Son contento che in questi otto anni e mezzo abbiamo sconfitto i maggiori partiti politici”.

Sulle “sardine”, che il 30 novembre manifesteranno anche a Napoli, il primo cittadino partenopeo sottolinea che “quando c’è democrazia, antisalvinismo, partecipazione, non posso che essere contento. Tra l’altro anche la nostra politica è nata da basso. Quando ci son piazze piene per la democrazia e la costituzione sono felice, ma se non si mette in campo una proposta e una coalizione vincente, si possono riempire anche le piazze, ma i voti continuerà a prenderli Salvini. Il tema dell’immigrazione è ancora lì, il populismo, il culto dell’uomo forte. Noi faremo la nostra parte, non solo nell’amministrare, ma anche nel proporre”.

Sulle Regionali 2020: “Vogliamo proporre qualcosa di diverso da Caldoro-De Luca, la Campania merita qualcosa di più affascinante -prosegue de Magistris- Noi faremo una proposta, attraverso la nostra lista. La nostra sarà una coalizione civica, starà poi ai campani scegliere se votare De Luca o una persona che faccia volare in alto la Campania. Credo che questo sia il momento dell’unità, e non della divisione per motivi ed interessi personali. Ciarambino e De Luca ne sono un esempio. Non staremo a guardare”.

De Magistris sulle nomine in Asìa: “Vogliamo rendere Napoli sempre più pulita”

Sulle nuove nomine in Asìa: “La rivoluzione non è ancora terminata. Noi vogliamo una città molto più pulita, ci sono le risorse economiche. Il CDA serve per dare una visione più democratica.Luigi de Magistris: “Mozione non passerà. Ho portato Napoli a un livello mai avuto” La presidente (Maria De Marco, ndr) -dice il sindaco- è una donna che si è sempre battuta all’interno del territorio. Daniele Fortini è quello che più ne sa di più in materia ambientale, quindi sarà il tecnico.

Anche all’interno di tutta la macchina ci saranno dei cambiamenti, che vanno a rafforzare l’azienda pubblica, sempre più in rapporti con Sapna. L’idea è quella di rendere Napoli sempre più pulita”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie