“ALLIED – Un’ombra nascosta” l’ultimo film di Zemeckis. (Trailer)

1344

Il film racconta la storia dell’ufficiale dei servizi segreti Max Vatan (Brad Pitt), che nel 1942, durante la Seconda Guerra Mondiale, incontra in Nord Africa la combattente della Resistenza Francese Marianne Beausejour (Marion Cottilard), in una missione mortale oltre la linee nemiche. Da infiltrati diventeranno appassionati amanti, ma la loro relazione sarà minacciata dalla guerra.

di Maria Sordino – Uscito nelle sale italiane il 12 gennaio, “Allied – Un’ombra nascosta” racconta una Storia di genere con la “S” maiuscola. Ambientato ai tempi della Seconda Guerra Mondiale, si tratta di un action-thriller, che affascina da subito lo spettatore con un racconto pulito, lineare, dove è la suspence, ben calibrata, che lo incolla alla poltrona e alla storia. I ritmi del film sono un po’ lenti, ma poco importa: Zemeckis riesce a tenersi perfettamente in equilibrio tra il classico filmone hollywoodiano con qualche sbavatura e il cinema d’antan, facendo sì che a vincere sia l’appassionante storia, che lascia il pubblico ammutolito e con qualche lacrimuccia.

La trama – Nel Marocco del 1942, la spia canadese Max Vatan (Brad Pitt) e la spia francese Marianne Beauséjour (Marion Cottilard) sono complici in una missione: uccidere un ambasciatore tedesco. Riescono nella difficile impresa e, loro malgrado, s’innamorano. Marianne accetta di sposare Max e di andare a vivere con lui a Londra. Nonostante la guerra, vivono felici e innamorati e hanno anche una bambina, Anna. Poi, all’improvviso, il colpo di scena: il comando avvisa Max che Marianne potrebbe essere una spia tedesca. Ma il cuore di Max si ribella: non può accettare questa verità sulla sua amata, sulla madre di sua figlia. Dove sarà la verità?