mercoledì, Luglio 24, 2024

Giornata Nazionale contro il bullismo a “Una radio per un aiuto”

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

I temi trattati nella scorsa puntata a “Una radio per un aiuto” sono stati: I Giornata Naz. contro il bullismo, un aiuto per gli animali di Amatrice, parliamo di autismo con uno spettacolo di beneficenza, Giornata Nazionale Raccolta del Farmaco, Sindrome E.E.C, Giornata Mondiale contro il cancro, poesia vincitrice Mini-Concorso, presentazione libro di Roberta Zoli (su una malattia rarissima), evento presentazione libro di Nicole Orlando, Blog cerca amanti della scrittura, , LILT e il tumore della mammella e/o Ovaio. Sondaggi

di Dora Millaci – Tra questi abbiamo pensato di parlare in maniera più approfondita della I Giornata Nazionale contro il bullismo nelle scuole e il Cyberbullismo.

dora-1

Il 7 febbraio in occasione dei “Safe Internet Day” si è svolta anche la prima giornata nazionale contro il bullismo. Simbolo della campagna nazionale è il “Nodo blu contro il bullismo”  indossato, appeso o mostrato da tutti gli studenti e le scuole che stanno aderendo all’iniziativa che durerà tutta la settimana. Obiettivo dell’evento è quello di far riflettere i giovani e gli adolescenti non solo sull’uso consapevole della rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile delle azioni di ognuno di loro, nella realizzazione di internet come luogo positivo e sicuro.

L’iniziativa è stata lanciata dal Ministero dell’Istruzione che assieme ad esperti e ad operatori della Polizia Postale si sono potuti confrontare, condividendo storie reali di ragazzi e ragazze vittime di questi terribili fatti. Percentuali allarmanti si riscontrano nelle scuole superiori. Nell’anno 2014/15 alunni hanno affermato di aver subito aggressioni o abusi. Di queste ben il 12%  ha dichiarato di esserne vittima settimanalmente o giornalmente.

La crescita è esponenziale. Vi è quindi un aumento costante e consapevole del fenomeno. Per questo occorre assolutamente arginarlo prima che dilaghi a dismisura. Tra le varie associazioni che si stanno muovendo in tal senso, troviamo: l’Associazione SOS Il Telefono Azzurro Onlus per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del bullismo.

L’Associazione  d’intesa con la Direzione Generale per lo Studente del MIUR –che attiverà anche quest’anno interventi di sensibilizzazione per far acquisire agli alunni la consapevolezza delle problematiche connesse al disagio e favorire lo sviluppo di comportamenti prosociali. Inoltre torneranno i #SuperErrori del Web, i cartoon protagonisti della campagna nazionale di Generazioni Connesse che raggiungono ogni giorno migliaia di utenti sul web. Sette personaggi, uno per ogni rischio della rete: Chat Woman, L’Incredibile Url, L’Uomo Taggo, La Ragazza Visibile, Silver Selfie, Tempestata e Il Postatore Nero.

Fra i servizi gratuiti offerti da Generazioni Connesse anche la Linea di ascolto 1.96.96, Child Helpline (anche via chat) attiva 24/7, gestita da Il Telefono Azzurro e le due linee per segnalare materiale illegale in rete (http://www.azzurro.it/it/clicca-e-segnala di SOS Il Telefono Azzurro Onlus e www.stop-it.it di Save the Children Italia Onlus). Un ruolo decisivo e importante nella lotta al bullismo dev’essere svolto da chi vede e può intervenire: amici, professori o genitori compresi. Una cosa essenziale è avere il coraggio di parlare, non chiudersi per timore di essere preso in giro ma, anzi, con forza reagire per se stessi e per gli altri. Pertanto dico a chiunque veda comportamenti simili, mai girarsi dall’altra parte. Ricordiamoci che l’indifferenza è il male peggiore che possa esistere.

Giornata Mondiale Contro il Cancro

cancroCon il motto: “We Can – I Can” il 4 febbraio è stata  promossa la giornata dall’Uicc, organizzazione non governativa che rappresenta associazioni impegnate nella lotta alle neoplasie in oltre 100 Paesi. Ogni anno in Italia 146mila casi di tumore, cioè il 40% del totale, potrebbero essere evitati seguendo uno stile di vita sano e purtroppo ancora oggi molti italiani ignorano del tutto questa cosa ed anche quanto sia importante la prevenzione. Questo difatti è il punto di partenza per la lotta al cancro: non fumare, condurre una vita sana e non sedentaria, seguire una corretta alimentazione, evitare contatti con elementi contaminanti, controllare l’uso di alcool, ecc.

Esiste anche una prevenzione cosiddetta secondaria che consiste in programmi di screening estesi a tutto il territorio nazionale, così come si è visto per il cancro al seno che, grazie a questi tipi di programmi estesi a tutta la popolazione, ha visto una rilevante diminuzione di mortalità.

Nonostante il cancro del polmone, abbia un’alta incidenza e mortalità, non ha ancora un suo programma di screening nazionale e la sua diagnosi (quasi mai tempestiva perché conseguente alla comparsa tardiva dei sintomi), non è quasi mai seguita da un trattamento efficace e definitivamente curativo.

Ecco perché ci sono associazioni come Alcase Italia che si adoperano per informare l’opinione pubblica, il mondo sanitario e politico affinché anche questa malattia possa divenire un male curabile. La campagna di divulgazione è dilagata anche sui social ma non solo, diversi oncologi si stanno recando in questi giorni nelle scuole medie inferiori e superiori per spiegare ai ragazzi tutti i pericoli derivati dal consumo di prodotti a base di tabacco.

Prevenzione a tutto tondo, nulla viene lasciato al caso perché di cancro al polmone è possibile sopravvivere e guarire.

Per maggiori informazioni, questo uno dei siti:

http://www.alcase.eu

Per ascoltare gli altri temi trattati nella puntata, collegarsi al link:

http://www.spreaker.com/user/dora

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie