Galleria Toledo, ecco gli appuntamenti della prossima stagione

0
357

La direttrice artistica, Laura Angiulli, ha anticipato i temi della prossima stagione della Galleria Toledo.

di Giuseppe Giorgio – Ribadendo la voglia di nuovo che ha sempre corraddistinto il suo teatro, la direttrice artistica, Laura Angiulli, ha anticipato i temi della prossima stagione della Galleria Toledo. “In una Napoli ben servita teatralmente – ha detto la fondatrice dello storicizzato spazio di via Concezione a Montecavario – ricordo la nostra idea iniziale, manifestata sin dall’apertura, di avere un orientamento verso le arti non esclusivamente teatrale.  Galleria Toledo, presentati gli appuntamenti della prossima stagioneEcco perchè, anche oggi, ci piace proporre programmazioni non canoniche, insieme ad uno sguardo generale sulle arti performative e sulla ricerca”. “In attesa di conoscere l’esito del nostro ricorso contro il Ministero della Cultura che continua a considerarci una Compagnia nonostante la nostra evidente indole di Centro di Produzione -ha dichiarato ancora la Angiulli- continuiamo nel nostro progetto generale fatto di nuovi sviluppi drammaturgici e di riflessioni intorno al teatro ma anche di musica, cinema e danza”. Così, con queste premesse, coadiuvata dal direttore organizzativo, Rosario Squillace, l’attrice e regista Angiulli ha presentato i numeri di una stagione che partendo dai cinque spettacoli  della rassegna  “Stazioni d’emergenza, atto IX” per nuove creatività, inaugurerà ufficialmente dal 25 ottobre con “Lettere a una professoressa” di e con Claudio Ascoli che porterà in scena una riflessione di don Lorenzo Milani. A seguire: “Yesterday. L’ultimo giorno” di Jana Balkan e l’atteso “Histoire du Soldat” con la voce recitante di Peppe Servillo ed il “Pathos Ensemble”. Tra i tanti appuntamenti con la Galleria Toledo, la ripresa di “Happy Crown” dal Riccardo II di Shakespeare secondo Laura Angiulli, lavoro che sta anche per diventare un film intitolato “Il prezzo della fragilità”, e “MDSLX” interpretato da Silvia Calderoni con la regia di Enrico Casagrande e Daniela Nicolò.  Ancora, “A porte chiuse” di Andrea Adriatico, fino a giungere al classico natalizio di e con Gino Curcione, alle prese con “Nummere” scostumatissima tombola napoletana. Senza abbandonare mai il suo amato Shakespeare, Laura Angiulli, proporrà anche la sua visione de “Il Mercante di Venezia” per poi dedicarsi, con il contributo ai testi di Enzo Moscato, a “Cassandra variazioni sul mito n.2” con Alessandra D’Elia e Caterina Spadaro. Spazio anche per “Le Braci” di Fulvio Calise; “Candido o l’ Ottimismo” tratto dal Candide di Voltaire da Gennaro Maresca e Fabio Casano; “Lolita” di Giuseppe Zironi, “The has possibly been an incident” con la traduzione e regia di Jacopo Gassman e “Dissolvenze” di Domenico Sabino con Alessandra D’Elia. A completare la grande offerta dello spazio di Montecalvario,  la musica con la rassegna musicale dedicata alla scena napoletana “Songs 2018” e “Musica Millemondi”  con la direzione di Girolamo De Simone, la Danza con la rassegna “Second Hand” ed il cinema con le rassegne “ Corto/nero” e “Nessuno è perfetto, nemmeno il cinema”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here