sabato, Marzo 6, 2021

Fase 2 a Napoli, una ripresa graduale. De Magistris: “Tutti con mascherine”

- Advertisement -

Notizie più lette

Fase 2 a Napoli, una ripresa graduale. De Magistris: “Tutti con mascherine”
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Fase 2 Coronavirus a Napoli: la giornata di oggi ha visto una ripresa graduale anche nella città partenopea (Fotogallery).

- Advertisement -

È iniziata oggi, lunedì 4 maggio, l’attesa fase 2, quella di convivenza col Coronavirus. Non fa eccezione la città di Napoli, dove la ripresa è stata graduale, con traffico sostenuto (anche grazie alla prolungata chiusura di scuole e università), gente in strada, attese alle fermate dei bus (con distanze segnate a terra).

Praticamente tutti (chi camminava a piedi, chi circolava in auto o sui mezzi pubblici) indossavano la mascherina e, soprattutto, non sono stati riscontrati assembramenti. Quanto sia positivo il bilancio della giornata di oggi, lo conferma il sindaco Luigi de Magistris: “Complessivamente non ho notizie di criticità -ha dichiarato il primo cittadino partenopeo all’Ansa- Le persone sono uscite e lo hanno fatto anche in tanti ma nell’assoluto rispetto delle disposizioni dettate dalle normative in atto quindi indossando mascherine e con distanziamento sociale”.

Del resto, come constatato dalla nostra redazione, numerosi sono stati i controlli delle Forze dell’ordine in varie zone della città, dove alcuni bar sono rimasti chiusi (come lo storico Gambrinus) e altri erano invece aperti. Senza dimenticare i buoni risultati per quanto riguarda il trasporto pubblico.

L’obiettivo fondamentale di queste due settimane è quello di evitare assembramenti che rischierebbero di compromettere quanto di buono fatto fino ad oggi nell’opera di prevenzione del virus:

Soprattutto per questi primi giorni – sottolinea ancora de Magistris – ritengo che i controlli vadano concentrati anche nei parchi, nei cimiteri e alle principali fermate del trasporto pubblico e mentre si può allentare un po’ il controllo individuale sulle persone perché ormai con la possibilità di svolgere attività motoria e la possibilità di recarsi dai congiunti quasi tutti hanno un titolo per poter uscire e quindi bisogna rimodulare diversamente le verifiche. Dal Prefetto ho avuto rassicurazioni in questo senso”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie