Gli Struffoli: un dolce della tradizione partenopea. Ecco la ricetta

789
Gli Struffoli: un dolce della tradizione partenopea. Ecco la ricetta

Gli Struffoli sono un dolce di Natale presente sulle tavole napoletane le cui origini sono antichissime. La ricetta risale al tempo della fondazione di Partenope.

Il Natale è una magica festa ricca di emozioni, densa di odori e sapori che ci ricorda l’infanzia, ci riporta alla famiglia ed agli amici. Ma è anche la festa delle tradizioni come fare l’albero, il presepe, decorare la casa di luci e candele profumate, cucinare piatti  e tanti dolci che ci arrivano dalla tradizione del nostro paese.

Gli Struffoli: un dolce della tradizione partenopea. Ecco la ricetta

Cenni storici

Gli Struffoli sono un dolce tipico Napoletano le cui origini sono antichissime. Sono delizie diffuse in tutta l’Italia e sempre presenti su tutte le tavole nel periodo delle feste natalizie. Insieme a tanti dolci Campani sono preparati attraverso una ricetta molto antica e probabilmente portati a Napoli dai Greci al tempo della fondazione di Partenope. Il nome struffolo, deriva infatti dalla parola greca, strongulos, forma tondeggiante e pristòs, tagliato.

E’ un dolce composto da tante palline realizzate con farina, burro, uova ed aromi,  che vengono fritte nell’olio e poi fragranti e profumate dopo averle raffreddate, si avvolgono con del miele caldo, frutta candita e tanti confettini colorati, i diavulilli.

Ricetta e preparazione degli Struffoli

L’impasto è molto simile alla pasta frolla e la ricetta tradizionale utilizzata dalla maggior parte dei Napoletani è molto facile da eseguire.

Ingredienti: farina 600 gr. uova 4 + un tuorlo, 1 bustina di vanillina, zucchero 2 cucchiai, burro o, strutto 25gr, 1 bicchierino di limoncello, anice o Rum, Scorza di mezzo limone grattugiata e arancia, un pizzico di Sale, Olio o strutto per friggere. Se si preferiscono più gonfi, si può aggiungere all’impasto un pizzico di bicarbonato e poi aspettare che la pasta riposi qualche ora.

Disporre la farina a fontana su una spianatoia di legno  fontana con la farina ed al centro mettere le uova, l’olio,  lo zucchero e la vanillina. Lavorare fino ad ottenere un impasto morbido e compatto e fare dei filoncini e tagliare a tocchetti come se fossero degli gnocchi. Friggere in olio bollente raffreddare le palline. Sciogliere il miele sul fuoco in un pentolino con della buccia d’arancia, cannella e limone e avvolgere gli struffoli.

Per decorare:

miele 400 gr. Confettini colorati, 100gr. di arancia candita, 100 di cedro candito, 50 di zucca candita (a Napoli: si chiama “cucuzzata”)