22-09-20 | 22:30

Energia: Graded, un’azienda campana nella rete internazionale per le rinnovabili

Economia Energia: Graded, un'azienda campana nella rete internazionale per le rinnovabili
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus, Santobono: Morta bambina di 8 anni affetta da leucemia

Ospedale Santobono: I medici sono in attesa di fare il tampone per verificare il sospetto contagio da coronavirus per ora non confermato. I familiari...
Redazionehttps://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

L’azienda partenopea Graded entra a far parte dell’ “IRENA Coalition for action”, rete internazionale creata nel 2014 dall’Agenzia per le energie rinnovabili assieme a 35 operatori del settore di tutto il mondo.

NAPOLI, 16 GENNAIO 2020 – Accelerare la transizione energetica verso fonti più pulite e sostenibili promuovendo una più ampia e rapida diffusione delle tecnologie rinnovabili: Graded, azienda napoletana attiva da oltre 60 anni nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti ad alta efficienza sia per il settore pubblico che per quello privato, entra a far parte dell’ “IRENA Coalition for action”, rete internazionale creata nel 2014 dall’Agenzia per le energie rinnovabili assieme a 35 operatori del settore di tutto il mondo. Un organismo che conta attualmente 96 componenti tra aziende, associazioni industriali, Università statali, istituti di ricerca, enti no profit, think tank e organismi intergovernativi provenienti da ogni parte del globo. Graded è l’unica azienda meridionale del network di cui fanno parte, per l’Italia, colossi del calibro di Enel Green Power e Falck Renewables, oltre alla Fondazione Res4Africa.

In qualità di membro della Coalition for Action, l’azienda di Vito Grassi ha partecipato dal 10 al 12 gennaio, con la responsabile organizzatvia e operativa Ludovica Landi, alla decima sessione dell’Assemblea IRENA che ha aperto la Settimana della sostenibilità di Abu Dhabi (ADSW).

Un evento internazionale che ha riunito nella Capitale degli Emirati Arabi capi di Stato e di governo, ministri dell’energia e presidenti di organizzazioni internazionali e regionali, enti pubblici e privati, rappresentanti della società civile con l’obiettivo comune di intensificare gli sforzi globali per aumentare la quota di energie rinnovabili, affrontare i cambiamenti climatici e ridurre le emissioni di carbonio.

L’ingresso nell’IRENA Coalition for Action rappresenta una grande opportunità per portare avanti il processo di internazionalizzazione avviato da Graded e, contemporaneamente, dare un deciso impulso allo sviluppo delle rinnovabili coerentemente  con la nostra vision – dice l’amministratore delegato, Vito Grassi – .Siamo convinti che accanto all’obiettivo ovvio del profitto, chi guida un’azienda debba porsi anche quello di gestire l’attività sua e dei propri collaboratori in armonia con l’interesse superiore della collettività e del territorio in cui opera. Responsabilità sociale d’impresa significa proprio questo: affiancare all’impegno economico anche una responsabilità collettiva, che crei valori tangibili e intangibili, ponendosi come obiettivo prioritario una crescita attenta ai valori dell’ambiente, che sia inclusiva e quindi abbia riguardo all’esigenza di creare lavoro e migliorare la qualità della vita delle persone, che sia trasparente e sana sotto il profilo della sostenibilità finanziaria. Oggi lo sviluppo sostenibile non è più un’opzione: è l’unica strada possibile. Ce lo dice l’Europa, che ha varato ben quattro direttive sull’economia circolare. Ma ce lo dicono anche i bilanci delle imprese impegnate nella green economy, che corrono più delle altre, sono più competitive e innovano di più”.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Scuola in Campania, riapertura difficile: sciopero il 24-25 settembre

Scuola: i sindacati annunciano un’agitazione per il 24-25 settembre (cui se ne aggiungerà un’altra il 3 ottobre). A Napoli disagi anche per le scuole...

Coronavirus in Campania, i dati del 21 settembre: 156 nuovi positivi

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 21 settembre dell'unità di Crisi regionale riporta 156 nuovi positivi su 4.310 tamponi effettuati. In Campania 156 positivi...

Tangenziale di Napoli, manometteva le casse automatiche con un coltello: 55enne denunciata

Cronaca di Napoli: una 55enne è stata denunciata per possesso di un coltello con cui manometteva le casse automatiche della Tangenziale. Lo scorso del 27...

Coronavirus, a Benevento le scuole riaprono il primo ottobre

La comunicazione del sindaco di Benevento Clemente Mastella: si tornerà in aula esattamente una settimana dopo l'avvio delle lezioni scolastiche in tutta la Campania. A...

Elezioni regionali in Campania: ecco i nomi dei consiglieri eletti

Elezioni regionali in Campania: ecco la possibile composizione del Consiglio in base ai voti degli elettori. Vincenzo De Luca è stato il grande vincitore delle elezioni...