Circumvesuviana, restaurato il murales dedicato a Troisi e Noschese

882
Circumvesuviana, restaurato il murales dedicato a Troisi e Noschese

San Giorgio a Cremano: dopo gli atti vandalici di ottobre da domani tornerà a risplendere il murales dedicato a Massimo Troisi e Alighiero Noschese.

Ci sono voluti soltanto poco più di tre mesi per restaurare il murales dedicato a due grandissimi artisti come Massimo Troisi e Alighiero Noschese, imbrattato lo scorso ottobre presso la stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano appena tre settimane dopo la sua inaugurazione. Il territorio di San Giorgio a Cremano, i cui vessilli culturali stanno splendendo in questi ultimi anni come non mai, vedrà così risplendere quest’opera d’arte raffigurante due eccellenze della città vesuviana. Decisivi per il suo restauro sono stati i circa 6000 euro raccolti da Ricominciamo da qui, la campagna di crowdfunding lanciata dall’associazione Arteteca con il supporto di Meridonare e il sostegno dell’Eav.Circumvesuviana, restaurato il murales dedicato a Troisi e Noschese La nuova inaugurazione si terrà domani alle ore 15, alla presenza di autorità, artisti e soprattutto cittadini, grandi artefici del recupero di quest’opera a loro tanto cara, realizzata da Rosk & Loste della scuderia “INWARD” e che vede i due artisti riprodotti su una parete di oltre 250 metri quadrati lungo i binari della stazione della Circum. Per evitare nuovi episodi di vandalismo, l’opera sarà accompagnata, come sottolineato dal presidente Eav Umberto De Gregorio, da “un sistema di sicurezza nuovo che collega il binario alla centrale di sicurezza CNS: un poliziotto virtuale guarderà tutta la notte questo bersaglio sensibile e scatterà l’allarme ad ogni minimo movimento sospetto, in collegamento con le forze dell’ordine. Sono questi –dice orgoglioso De Gregorio- i due strumenti per combattere la guerra contro inciviltà e vandalismo: coinvolgimento dei cittadini, facendo sentire treni e stazioni come propri, e implementazione del sistema di sicurezza”. Il murales è dunque tornato a brillare e chissà lassù quanto saranno contenti Massimo Troisi e Alighiero Noschese, fieri dell’ennesima prova di affetto ricevuta dai loro concittadini.