venerdì, Aprile 16, 2021

Covid 19, l’allarme di De Luca: “Per Carnevale e San Valentino servono più controlli”

- Advertisement -

Notizie più lette

Covid 19, l’allarme di De Luca: “Per Carnevale e San Valentino servono più controlli”
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Vincenzo De Luca: il governatore della Campania chiede al Governo misure straordinarie di controllo per Carnevale e San Valentino. De Magistris: “In zona gialla aprirei tutto h24”.

- Advertisement -

Il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, lancia l’allarme per i possibili assembramenti del prossimo weekend: “Siamo alla vigilia di un fine settimana nel quale avremo il Carnevale e la festa di San Valentino -scrive su Facebook il numero uno di Palazzo Santa Lucia- In un Paese nel quale i livelli di controllo sono ridotti a zero, è indispensabile che vi siano decisioni efficaci di contenimento degli assembramenti da parte del Ministero della Salute“.

Ancora una volta, De Luca sottolinea la mancanza di controlli per le strade: “Dobbiamo sapere che se in questi giorni avremo le strade e le piazze d’Italia nelle condizioni dello scorso fine settimana – prosegue- dovremo aspettarci nelle settimane successive una vera e propria esplosione di contagi nel nostro Paese. Riteniamo urgenti e indispensabili misure nazionali di prevenzione e contenimento”.Covid 19, l’allarme di De Luca: “Per Carnevale e San Valentino servono più controlli” Il tema degli assembramenti è stato affrontato anche dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: “Assembramenti in strada? Ai sindaci è stato chiesto già troppo – ha dichiarato il primo cittadino partenopeo a Televomero- Le forze di polizia hanno ragione. C’era un prendersela con chi più di tanto non può fare, è diventata una discussione stancante”.

Per de Magistris, “finché ci sarà la zona gialla si vedrà gente in strada, è normale e se non vogliamo vedere quelle immagini finché c’è la pandemia dobbiamo utilizzare altri colori –sottolinea– Credo che più teniamo aperto e più prolunghiamo gli orari, meno assembramenti avremo.

Io terrei aperto 24 ore su 24, l’ho scritto anche nelle ordinanze che sono state impugnate dalla Regione. È normale che con l’arrivo delle belle giornate le persone andranno a pranzo fuori alla stessa ora se i ristoranti resteranno chiusi a cena”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie