domenica, Settembre 25, 2022

Comune di Casoria, l’ing. Luca Brancaccio si dimette dalla carica di assessore

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

L’ing. Luca Brancaccio comunica al sindaco di Casoria le dimissioni dalla carica di Assessore con delega ai Lavori Pubblici, Manutenzione edilizia comunale e scolastica, Idrogeologia del Territorio e Sistemi Informativi ed Informatici.

L’ing. Luca Brancaccio in una nota inviata alla stampa comunica di aver rassegnato le dimissioni dalla carica di assessore rivestita presso il Comune di Casoria. In un anno sono stati portati a termine da Brancaccio molti progetti che hanno contribuito al rilancio del territorio e ad una riorganizzazione digitalizzata dei servizi comunali per rendere più semplice e veloce le richieste dei cittadini.

É con grande rammarico che mi trovo costretto a rassegnare le mie dimissioni dall’incarico di Assessore con delega ai Lavori Pubblici, Manutenzione edilizia comunale e scolastica, Idrogeologia del Territorio e Sistemi Informativi ed Informatici affidatomi a decorrere dal 23/07/2021.

Tengo a precisare che tale decisione trae origine, in primis, dalla motivazione che si sia, oramai, esaurito il mio mandato, atteso le azioni operative intraprese nei settori che mi sono stati affidati ed i relativi obiettivi raggiunti, con particolare riferimento al reperimento dei finanziamenti di cui al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), di cui la città di Casoria sicuramente ne trarrà, nel prossimo futuro, un grande beneficio. Pertanto, sono sicuro che i risultati ottenuti verranno da Te, sapientemente, concretizzati nell’ottica di dare un segno tangibile di miglioramento della città di Casoria.

A quanto sopra, aggiungo che la motivazione principale per cui rimetto l’incarico di Assessore è di natura prettamente professionale in considerazione che sarò coinvolto in importanti attività lavorative, di cui alcune molto prestigiose, che prevedono un ulteriore momento di crescita e sviluppo professionale, nonché di elevata responsabilità e che, di conseguenza, comporteranno una difficile conciliazione con un’azione amministrativa efficace e continua.

L’incarico – che ho accettato e svolto con tanto entusiasmo – comporta un impegno serio e costante che, purtroppo, per i succitati motivi, non sono più in grado di assicurare. Purtroppo, mi attendono impegni che non mi permettono di poter svolgere contemporaneamente e con la necessaria dedizione e serenità le mie funzioni pubbliche e la mia attività professionale.

Ritengo, quindi, corretto e doveroso restituire le deleghe affidatemi, mettendo comunque a disposizione tutta la mia conoscenza, la specifica competenza e l’esperienza personale per accompagnare la futura attività amministrativa e le sfide che Ti aspettano.

Con l’occasione, nel rinnovare la stima e fiducia nei tuoi confronti, del Presidente del Consiglio e dei consiglieri della maggioranza, ti ringrazio per avermi dato l’opportunità di vivere un’esperienza positiva dal punto di vista umano e politico.

Ringrazio tutti i colleghi della Giunta con i quali abbiamo condiviso scelte ed operato nella massima trasparenza e rispetto della legalità, con l’unico obiettivo di dare risposta ai problemi ed alle attese della ns. comunità.

Non posso, inoltre, non ringraziare tutti i dirigenti e i dipendenti comunali per la loro quotidiana attività.

In particolare, desidero ringraziare le persone con le quali ho lavorato a più stretto contatto, ovvero il Dirigente Tecnico, Arch. Salvatore Napolitano, il Dirigente, Dott.ssa Alida di Napoli, ed il personale alle rispettive dipendenze.

Confidando che possa comprendere le mie ragioni, sono certo che la Tua Amministrazione saprà proseguire la propria strada senza alcuna incertezza.

Nella consapevolezza di avere svolto, con la massima trasparenza e correttezza, l’incarico in coscienza e libertà, avendo come unica bussola il bene e l’interesse pubblico, nonché la tutela dell’Ente, ti formulo i miei più vivi auguri di buon lavoro”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie