Movida a Napoli: il 24 dicembre vigili in borghese tra i baretti di Chiaia

475
Napoli, Polizia Municipale: controlli movida chiaia, taxi e parcheggiatori abusivi

Chiaia: agenti di Polizia Municipale in borghese tra i baretti alla vigilia di Natale. Divieto di vendita di bevande in vetro e lattine.

La riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica in prefettura ha gettato le basi sulla questione ordine pubblico a Chiaia per lunedì 24 dicembre, quando migliaia di persone si recheranno ai baretti per un classico della movida: il brunch della Vigilia di Natale.

Come riporta “Il Mattino”, ai varchi ci saranno Polizia e Carabinieri, mentre circa 40 agenti della Polizia Municipale guidata dal capitano Sabina Pagnano (sia in divisa che in borghese) saranno tra le vie Bisignano, Poerio, Ferrigni e Cavallerizza. Affinché non ci siano risse o discussioni, come quelle dell’anno scorso ai danni di alcuni residenti, i quali volevano rientrare nelle loro abitazioni ma vennero assaliti da gruppetti di giovani in stato di ebbrezza (che presero a calci e pugni il cofano delle auto in via Alabardieri):Movida a Napoli: il 24 dicembre vigili in borghese tra i baretti di ChiaiaÈ probabile che passerò anche io nelle ore più difficili, così come in altri punti della città che alla vigilia diventano complessi -spiega il comandante della Polizia Municipale, Ciro EspositoL’area sarà monitorata nel miglior modo possibile. Comprendo benissimo la preoccupazione dei cittadini, ma abbiamo lavorato per eliminare i disagi. Ovviamente la confusione ci sarà, ma dovremmo riuscire a contenere alterazioni di chi avrà bevuto troppo”.

L’ordinanza firmata dal vicesindaco di Napoli Enrico Panini non però ha convinto residenti, commercianti e la I Municipalità. Polemico Gennaro Esposito del Comitato per la Vivibilità cittadina, che definisce l’ordinanza “farlocca”: “La soluzione sarebbe vietare di consumare all’esterno dei locali. A Madrid e a Barcellona, ma anche in molti stati degli Usa questo sistema ha sconfitto gli assembramenti”.

Da sottolineare che ci sarà il divieto di vendita di bevande in vetro e lattine. Stangata per i gestori che non rispetteranno l’ordinanza: 500 euro di multa per chi venderà per asporto, bevande alcoliche e non, in contenitori di vetro, sia bottiglie che bicchieri, o lattine.