sabato, Giugno 15, 2024

Amazon, Ispettorato del Lavoro: “Assumere 1300 interinali”

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Ispettorato nazionale del Lavoro: chiesta ad Amazon l’assunzione di 1300 interinali perché l’azienda ha sforato la quota di “lavoratori somministrati”.

Amazon ha sforato le quote per l’utilizzo di lavoratori somministrati e ora dovrà assumere 1300 lavoratori interinali, che dunque potranno chiedere la stabilizzazione dal primo giorno del loro utilizzo. Lo ha notificato l’Ispettorato nazionale del Lavoro, dopo l’accertamento partito a dicembre presso Amazon Italia Logistica, nel Piacentino, verifica effettuata nei giorni della protesta in occasione del Black Friday. Tra luglio e dicembre del 2017, “a fronte di un limite mensile di 444 contratti di somministrazione, ne sono stati utilizzati 1308 in eccesso”.Amazon apre nuovo deposito in Italia: 100 posti di lavoro a tempo indeterminato Come noto, Amazon Italia era stata al centro del dibattito anche per l’utilizzo di braccialetti informatici per il controllo a distanza e il miglioramento della ricerca dei pacchi da parte dei dipendenti. Su quest’aspetto non sono invece emerse irregolarità: “In esito ad altri profili oggetto di accertamento – spiega la nota dell’Ispettorato – non sono invece emerse irregolarità, né sono state accertate violazione in tema di controllo a distanza dei lavoratori”. La società ha tenuto a precisare che “Amazon è un datore di lavoro corretto e responsabile. Rispettiamo il lavoro svolto dall’autorità ispettiva e ci impegniamo affinché tutte le osservazioni che ci vengono rivolte siano affrontate il più rapidamente possibile”. Non si sono fatte attendere anche le reazioni sindacali: “L’esito dell’ispezione -dichiara a “Repubblica” la segretaria confederale della Cgil, Tania Scacchetti– conferma alcune preoccupazioni che abbiamo sul modello Amazon: anche il nuovo lavoro, legato al digitale, ha dei limiti. E così si scopre che in molti casi il tasso di sfruttamento della forza lavoro è alto“. “E’ una vittoria dell’impegno dei lavoratori e del sindacato e conferma la nostra linea“, esulta su Twitter Carmelo Barbagallo, segretario generale Uil.

 

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie