Cronaca di Napoli. Aggredito ausiliario del traffico da parcheggiatore abusivo

0
1395
Cronaca di Napoli. Aggredito ausiliario del traffico
Condividi articolo:

Ultime notizie di cronaca a Napoli. Quartiere San Lorenzo: parcheggiatore abusivo aggredisce e minaccia ausiliario del traffico perché non deve multare i suoi “clienti”.

Un ausiliario del traffico è stato minacciato e aggredito mentre svolgeva il suo lavoro nel quartiere San Lorenzo. Verificava le auto parcheggiate se erano provviste di tagliando ticket. Naturalmente per le auto che non esponevano il ticket l’ausiliario elevava regolare contravvenzione. A questa operazione di controllo si è ribellato un parcheggiatore abusivo della zona. L’episodio si è verificato precisamente in piazza San Francesco Di Paola, dove i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli sono intervenuti a seguito della richiesta di aiuto al 112 da parte dell’ausiliario che era stato avvicinato, minacciato e aggredito. Raggiunto il posto sono stati avvicinati dall’ausiliario del traffico del Comune di Napoli che ha denunciato loro di essere stato poco prima strattonato con violenza da un parcheggiatore abusivo; l’uomo lo aveva anche minacciato (“fatti i fatti tuoi e vattene da un’altra parte!”) cercando di persuaderlo a non multare i suoi “clienti” perché lui stava lì per aiutarli a parcheggiare e per evitargli sorprese sotto il tergicristalli.
Di fronte alla convinzione dell’ausiliario di svolgere comunque il proprio lavoro però si è scaldato, minacciando il pubblico ufficiale di non scrivere altrimenti lo avrebbe mandato a prendere a casa. Il tempo strettamente necessario a ricostruire gli eventi e raccogliere una descrizione del tizio e Giovanni Giunto, un 47enne di Porta Capuana già noto alle ffoo, è stato individuato e arrestao dai militari per resistenza a un p.u. e lesioni personali.
E’ risultato, inoltre, essere stato più volte sanzionato per la sua attività abusiva di parcheggiatore e raggiunto dall’ordine di allontanamento dal centro urbano nel mese di luglio. Dopo le formalità è stato giudicato con rito direttissimo e sottoposto all’obbligo di firma in attesa del processo.
L’ausiliario del traffico ha riportato una prognosi di 2 giorni per le escoriazioni e lo stato di shock.

Condividi articolo: