Calcio Napoli. Gli azzurri sconfitti a Rotterdam giocheranno in Europa League

0
416
Condividi articolo:

Ultime Calcio Napoli. “Il morale non è al massimo in questo momento, ma sapremo reagire sin da subito”. Christian Maggio è la voce dell’esperienza e della saggezza al termine della gara di Rotterdam.

Il Napoli esce dalla Champions e giocherà l’Europa League. Gli azzurri perdono contro il Feyenoord, ma il risultato è ininfluente, così come qualsiasi punteggio sarebbe stato ininfluente ai fini della qualificazione, alla luce della vittoria dello Shakhtar Donetsk sul Manchester City. Calcio Napoli. Gli azzurri sconfitti a Rotterdam giocheranno in Europa LeagueFinisce tutto virtualmente dopo il primo tempo, fors’anche mezzora. Finisce emotivamente, s’intende, perchè il City è sotto di due gol in Ucraina ed anche l’ipotetico pareggio a Kharkiv darebbe al Napoli l’amaro dell’eliminazione. Gli azzurri partono a bomba sull’onda della speranza e degli ottimi propositi. In vantaggio con Zielinsky dopo appena un minuto, gli uomini di Sarri, consapevoli del doppio vantaggio dello Shaktar sul City, si fanno rimontare dagli olandesi che prima pareggiano con Jorgensen e poi nei minuti di recupero vincono la partita con un gol di St. Juste. Sarri schiera Maggio a destra con Hjsay a sinistra. A centrocampo Diawara con Hamsik e Allan. In attacco, orfano di Insigne, Sarri opta per Zielinsky a sinistra con Martens e Callejon. Calcio Napoli. Gli azzurri sconfitti a Rotterdam giocheranno in Europa LeagueCi si aspetta una reazione da “squadra” dopo la sconfitta con la Juventus ed il Napoli parte benissimo: dopo 90 secondi Diawara batte una punizione servendo di testa Albiol. Sull’ appoggio dello spagnolo verso il centro, Mertens viene anticipato ma si avventa sulla palla Zielinsky che realizza l’1-0. Domina il Napoli che va vicino al raddoppio: al 18′ bella azione di Mertens che chiude un triangolo ma tira sul portiere. Al 19′ lancio di Mertens per Callejon che si fa parare il tiro dal portiere olandese.Brutte notizie intanto dalla Russia: lo Shaktar è già in vantaggio per 2-0 Consapevoli dell’impossibilità della qualificazione, il Napoli esce dalla partita e si produce in un palleggio sterile e piuttosto stucchevole. Il Feyenoord non fa nulla per pareggiare ma alla prima occasione realizza: cross dalla destra di Berghuis sul quale Jorgensens si avventa superando Reina. 1-1. Nella ripresa il Napoli riprende a giocare con un palleggio sterile a centrocampo. Mertens e Callejon, fuori forma, non entrano mai in partita; la “catena” di sinistra senza Ghoulam e Insigne è evanescente e mai pericolosa. Diawara si limita al compitino senza mai prendersi la responsabilità delle giocare. Hamsik  ancora una volta, non raggiunge neppure la sufficienza. Generosi ma inconcludenti sulle fasce Hysay e Maggio. Centralmente delude Albiol che perde letteralmente Jorgensen sul gol del pareggio. Al 55′ si infila Mertens centralmente ma viene anticipato dal.portiere. al 69′ ci prova Callejon con un tiro a giro lentissimo. Sarri opera tre cambi: Rog per Allan; Rui per Maggio e Ounas per Callejon. Non cambia nulla, anzi al 91′ su azione di angolo St. Juste porta in vantaggio il Feyenoord e chiude la partita sul 2-1.

Calcio Napoli. Gli azzurri sconfitti a Rotterdam giocheranno in Europa LeagueAncora una delusione per il Napoli, battuto in campionato dalla Juventus e fuori dalla Champions, non certo per la sconfitta di oggi ma certamente per la sconfitta nella prima giornata contro lo Shaktar. “Siamo delusi, l’eliminazione è amara ma dobbiamo guardare avanti“. Questo il pensiero di Marek Hamsik al termine del match. “Fa male uscire dalla Champions, però adesso che giocheremo in Europa League ce la metteremo tutta per provare a vincerla”. “Non è un momento felice, ma sapremo tornare ai nostri livelli”Dries Mertens commenta con razionalità l’eliminazione dalla Champions. “Ci è già capitato in passato di vivere periodi poco positivi e ci riusciremo anche stavolta. Non stiamo dimostrando il nostro miglior gioco, però abbiamo già dimostrato di saper reagire”.

Il Napoli, ora, retrocede in Europa League e, causa la sconfitta di oggi, non sarà neppure testa di serie. Il campionato torna domenica dove al San Paolo arriverà la Fiorentina: sarà importantissimo tornare alla vittoria sia per la classifica che per il morale. Preoccupa la fase offensiva: pochi gol e giocatori che sembrano fuori forma nelle ultime partite: contro Chievo, Milan, Udinese, Juventus e Feyenoord solo due gol su azione manovrata. I ragazzi di Sarri ci avevano abituato a ben altro. Si va a giocare l’Europa League a febbraio. Ora testa al campionato, si ricomincia domenica nell’urlo del San Paolo. Napoli-Fiorentina, si volta pagina, l’avventura continua…

Condividi articolo: