mercoledì, Maggio 22, 2024

Wine Art Fest: Grand Tour delle eccellenze enologiche campane

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Il “Grand Tour” nelle eccellenze enogastronomiche della Campania parte dal Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa con un percorso a tappe che attraversa gli itinerari turistici a vocazione vitivinicola.

È partito dal Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa il “Grand Tour” nelle eccellenze enogastronomiche della Campania. Il MAVV – Museo dell’Arte, del Vino e della Vite – in collaborazione con il “Movimento Turismo del Vino della Campania” ha allestito uno stand durante la “IX edizione nazionale del MEET Forum sul Turismo Sostenibile” di Destination Italia per presentare il “Wine Art Fest – Grand Tour” progettato dal MAVV e da Giovanna Sangiuolo, giurista agroalimentare, allo scopo di divulgare una serie di attività promozionali connesse all’offerta turistica e al patrimonio culturale ed enogastronomico regionale.

L’evento ha riscosso un grande successo e ai viaggiatori è stato offerta in visione, e in assaggio, l’anteprima dei percorsi turistici descritti da guide, supportati da interpreti, anche nel linguaggio degli audiolesi, e integrati da experience immersive. Nel corso della due giorni andata in scena nei suggestivi saloni del Museo FS di Pietrarsa, una serie di appuntamenti enogastronomici hanno visto la partecipazione di un folto e interessato pubblico che ha preso parte alle manifestazioni dedicate ad uno o più prodotti che caratterizzano la tradizione enogastronomica della Campania.

In particolare:

mercoledì 3 aprile 2024 (ore 13.30) degustazione vini d’eccellenza del territorio a cura del “Movimento Turismo del Vino Campania” e percorsi itineranti con accompagnatori in costume d’epoca;

mercoledì 3 aprile 2024 (ore 17.30) degustazioni delle eccellenze enogastronomiche regionali;

giovedì 4 aprile (ore 13.30) degustazioni a cura del “Movimento Turismo del Vino Campania” e delle “Cantine del territorio” e percorsi con accompagnatori in costumi d’epoca.

Particolarmente affollati anche i due eventi dibattito:

3 aprile (ore16.30) conferenza su “Turismo Culturale Enogastronomico”;

4 aprile (ore10) conferenza su “Le produzioni di eccellenza, paesaggi, parchi e siti con gli itinerari del Wine Art Fest – Grand Tour”.

Gli eventi, gli incontri e le degustazioni hanno visto la partecipazione, tra gli altri, di: Maria Paola Sorrentino, presidente “Movimento Turismo del Vino Campania”; Giovanna Sangiuolo, giurista agroalimentare e vicepresidente “Promo Italia Food”; Angelo Radica, presidente nazionale di “Città del Vino”; Emilia Di Girolamo, direttore “MAVV-Wine Art Museum” , Pasquale Brillante, giornalista e Maestro Vini “AMIRA” , Carmine Maione, presidente associazione “OroNero” e Eugenio Gervasio, presidente Confimprese Campania.

Sono stati inoltre definiti e ideati itinerari enogastronomici, in formato digitale con exhibit VR del MAVV, corredati di specifiche schede analitiche dei prodotti agro-alimentari promossi, finalizzati alla valorizzazione dei sapori locali, delle tradizioni nonché delle attività artigianali collegate alla trasformazione dei prodotti di aree territoriali regionali solitamente ai margini dei percorsi turistici più battuti.

Il “Wine Art Fest – Grand Tour” è un viaggio che attraversa e valorizza le cinque province della Campania, costruito come occasione di esperienza e di conoscenza per i viaggiatori invitati a percorrere le diverse tappe seguendo uno specifico itinerario negli areali vitivinicoli delle singole province. La formula richiama il “Grand Tour” settecentesco non solo nel nome, ma anche nell’approccio, che si propone il coinvolgimento dei principali asset storico-artistico-culturali di ciascuna provincia, con particolare riguardo ai siti UNESCO. La stessa articolazione del progetto definisce le tappe come “stazioni di posta” presso le quali approfondire la conoscenza del patrimonio enogastronomico locale attraverso momenti esperienziali di degustazione e di narrazione. La digitalizzazione dei percorsi e delle informazioni, con particolare riguardo alla categoria sensibile degli audiolesi, consente una fruizione allargata e facilitata. Ed infatti, durante gli incontri è stato previsto un traduttore LIS. Tutta l’iniziativa, tenutasi nel corso del IX “Meet Forum sul Turismo Sostenibile”, ha visto il patrocinio e la collaborazione della Regione Campania e dell’Agenzia Campania Turismo.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie