Roma, inchiesta su multe cancellate: tra gli indagati anche Claudio Lotito

262
Roma, inchiesta su multe cancellate: tra gli indagati anche Claudio Lotito

Claudio Lotito: c’è anche il presidente della Lazio tra i 198 indagati a Roma per concorso in falso e truffa.

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, è tra i 198 indagati dalla Procura di Roma per concorso in falso e truffa, nell’ambito di una indagine che riguarda multe illegalmente cancellate attraverso un funzionario (l’ex responsabile del dipartimento risorse economiche) e tre dipendenti del Comune di Roma. Sequestrati a Lotito 26mila euro e altri 800mila ad una società di autonoleggio.

I fatti contestati dai pm Ielo e Dall’Olio riguardano il biennio 2012-2014, dopo una segnalazione di un dipendente comunale, che aveva riscontrato alcune anomalie nel dipartimento risorse economiche del Comune, che ha tra le competenze anche quelle relative alle sanzioni amministrative e si occupa delle istruttorie sulle violazione del codice della strada.Roma, inchiesta su multe cancellate: tra gli indagati anche Claudio Lotito Come riportato da “Repubblica”, i magistrati hanno coordinato le indagini svolte dalla Guardia di Finanza del Nucleo di polizia economico finanziaria, per quanto riguarda la posizione del patron della Lazio che faceva risultare come veicoli di scorta auto private che erano state multate.

Le indagini, in base a quanto si apprende, non hanno portato alla luce fenomeni corruttivi. Gli inquirenti hanno accertato che l’ex responsabile dell’ufficio comunale contrassegnava le istruttorie che dovevano essere archiviate e non segnalate all’Agenzia delle entrate. In totale, dal 2008 al 2014, sono state circa 14mila le posizioni “debitorie” illegalmente cancellate per un totale di circa 16 milioni di euro.

Per ragioni legate alla prescrizione, circa 15 milioni di euro di multe non pagate non rientrano in questo procedimento penale, ma gli accertamenti proseguiranno davanti alla Corte dei Conti (dove vige un regime diverso in tema di prescrizione).