Napoli, Rione Sanità: presidi preventivi delle forze dell’ordine per la sicurezza del quartiere

192
Napoli, Sanità:presidi preventivi organizzati dai carabinieri

Napoli, Rione Sanità. Presidi preventivi organizzati dai carabinieri per prevenire reati, perquisizioni e contravvenzioni. 

Napoli, Rione Sanità: presidi dei carabinieri nel rione. Gli obiettivi delle forze dell’ordine sono la prevenzione reati, perquisizioni e contravvenzioni.

Posti di controllo, pattuglie a piedi per le strade del rione e perquisizioni in tutto il rione “sanità” sono stati svolti dai carabinieri della compagnia stella con i rinforzi del reggimento campania.Napoli, Sanità:presidi preventivi organizzati dai carabinieri

Nelle ultime due settimane sono state identificate circa 240 persone -con l’occhio rivolto particolarmente a soggetti in atteggiamento sospetto di interesse operativo- e sono stati controllati un centinaio di auto, moto e scooter.

Contravvenzioni fino a 36 mila euro, elevato numero di sequestri e denunce sono i risultati dei controlli fatti negli ultimi giorni.

Napoli, Sanità:presidi preventivi organizzati dai carabinieri

Elevate contravvenzioni per oltre 36mila euro soprattutto nei confronti di conducenti di mezzi non coperti da assicurazione o che non indossavano il casco. Sottoposti a sequestro o fermo 13 veicoli.

In totale sono state arrestate 3 persone e ne sono state denunciate 13.
Riguardo il contrasto allo spaccio, i militari hanno  arrestato 2 pushere sorpreso 2 assuntori di cui uno minore sequestrando dosi di marijuana, cocaina, crack per uso personale, un cellulare e denaro provento dello spaccio.

In ultimo ieri, in un locale abbandonato su via santa maria antesaecula, i carabinieri hanno rinvenuto un caricatore per pistola semiautomatica e 47 munizioni di vario calibro riposti in una borsa nascosta all’interno di un vecchio materasso.

Un 41enne del quartiere san lorenzo è stato denunciato per contrabbando di sigarette. i militari gli hanno sequestrato 4.740 pacchetti di sigarette di varie marche prive del sigillo dei monopoli di stato per un peso complessivo di 94 chili.