Maltempo in Campania, torna l’allerta meteo

403
Meteo Campania, torna l'allerta per il maltempo su tutta la Regione

Allerta meteo Campania dalle 20 di oggi, 26 novembre, per le successive 24 ore. La Protezione civile della Regione ha diramato un Avviso di criticità idrogeologica di colore Giallo.

La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un Avviso di allerta meteo con conseguente criticità idrogeologica di colore Giallo valevole a partire dalle 20 di oggi e fino alla stessa ora di domani sull’intero territorio regionale.

In particolare, si prevedono ancora precipitazioni diffuse con rovesci o temporali anche di moderata intensità. Anche i venti saranno forti con possibili raffiche nei temporali e tenderanno ad attenuarsi dal pomeriggio di domani. Possibili mareggiate lungo le coste esposte. La protezione civile raccomanda alle autorità competenti di porre in essere le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti sia in ordine al rischio idrogeologico che a quello derivante dalle sollecitazioni del vento.

Il bollettino meteo della Protezione Civile

Fenomeni rilevanti: precipitazioni diffuse con rovesci o temporali, anche di moderata intensità. Venti forti in attenuazione dal pomeriggio con possibili raffiche nei temporali. Mare agitato o molto agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Livello di allerta (livello di criticità): GIALLA (ordinaria)

Tipologia di rischio: idrogeologico localizzato.

Principali scenari di evento ed effetti al suolo: ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc); occasionali fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate.

Specifica delle “Zone d’Interesse” all’allerta

Zona 1: Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana;
Zona 2: Alto Volturno e Matese;
Zona 3: Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini;
Zona 4: Alta Irpinia e Sannio;
Zona 5: Tusciano e Alto Sele;
Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento;
Zona 7: Tanagro;
Zona 8: Basso Cilento.